La quota uguale sale a 50%, mentre pesa meno il numero dei tifosi. Ecco come il ‘pacchetto Lotti’ modifica la ripartizione dei diritti tv nel calcio

E’ di 120 articoli il disegno di legge di bilancio 2018 approdato in Senato per l’esame parlamentare. All’interno della manovra, spiega l’agenzia Ansa – che ha visionato il testo – spazio anche al tema dei diritti tv del calcio, in quello che è stato soprannominato ‘paccchetto Lotti’.

Stando alle norme proposte, la quota dei diritti Tv attribuita equamente ai club di serie A sale dal 40 al 50%, mentre scende quella attribuita sul numero dei tifosi. Salta poi completamente il riferimento (che valeva il 5%) alla popolazione residente nel comune della squadra sportiva.

(foto Olycom)

La norma attribuisce il 50% dei diritti a tutte le squadre, il 30% sui risultati conseguiti e il 20% (prima era il 25%) in base ai ‘tifosi’ paganti nelle gare casalinghe degli ultimi 5 campionati.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti