Con l’uscita di scena di Milena Gabanelli i nodi vengono al pettine, secondo l’Usigrai: Rai senza piano news e web

L’uscita di scena di Milena Gabanelli, secondo il sindacato dei giornalisti Rai, significa che i “nodi vengono al pettine” e che la Rai è “senza piano news e web”. Così una nota stampa Usigrai che sul piano news sottolinea: “ora rinviato di almeno altri 6 mesi vista l’imminenza delle elezioni”. Senza contare “l’ulteriore stop ad un progetto web e social, fondamentale per la Rai, soprattutto per riconquistare fasce di pubblico lontane dal servizio pubblico”.

Milena Gabanelli (foto Olycom)

“Sei mesi fa chiedemmo le dimissioni dei vertici e del cda della Rai per l’assenza di un piano delle news adeguato”, prosegue l’Usigrai, “da allora non è cambiato nulla, se non le audaci scelte che hanno riguardato Fabio Fazio e l’artista Bruno Vespa e la rinuncia ai ricavi milionari dell’informazione online. In un contesto di costante rafforzamento dello strapotere degli agenti”.

“Scelte che continuano a tenere da parte il patrimonio produttivo e professionale dei giornalisti interni, che avrebbero potuto essere coinvolti a costi bassissimi”, conclude il sindacato, che rilancia: “mentre l’informazione prodotta dalle testate, con tg, speciali ed inchieste tiene in vita il Servizio Pubblico, si continuano a seguire modelli legati alle produzioni esterne. E’ il momento di dire basta, è il momento che si apra una riflessione seria sul futuro di un’Azienda che è prima di tutto un bene che appartiene agli italiani e non a questa o quella parte politica. I giornalisti Rai sono pronti a fare la loro parte”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 29 ottobre convegno Pwc sulle ‘azioni indispensabili per non soccombere’. Ne discutono Patuanelli, Beduschi, Cardani, Cerbone, Leone, Mauri, Josi

Il 29 ottobre convegno Pwc sulle ‘azioni indispensabili per non soccombere’. Ne discutono Patuanelli, Beduschi, Cardani, Cerbone, Leone, Mauri, Josi

Fondazione De Agostini rinnova il Cda: Chiara Boroli presidente e Marcella Drago segretario generale; Roberto Drago presidente d’onore

Fondazione De Agostini rinnova il Cda: Chiara Boroli presidente e Marcella Drago segretario generale; Roberto Drago presidente d’onore

Charlie Hebdo disegna Erdogan in una vignetta con una donna svestita e vino. La condanna turca: senza morale

Charlie Hebdo disegna Erdogan in una vignetta con una donna svestita e vino. La condanna turca: senza morale