Ascolti tv: Floris da record con Renzi (senza Di Maio). Picco da oltre 3 milioni. Share media del 9,14%

La serata l’ha vinta Rai1 con la fiction ‘Il paradiso delle signore’ a 4,146 milioni e 17,06% davanti al film erotico in prima tv su Canale 5 (‘Cinquanta sfumature di nero’ a 3,362 milioni e 14,43%). E sul terzo gradino del podio si è assestata Italia1 con ‘Le Iene Show’ a 2,3 milioni e l’11,64%. Ma il fenomeno di serata – atteso per la verità, dopo la rinuncia al confronto di Luigi Di Maio – è stato ‘DiMartedì’ su La7. Solo teorica, stavolta, la sfida con Rai3 e #Cartabianca. Bianca Berlinguer ha proposto Giorgia Meloni in apertura e Walter Veltroni e Claudia Cardinale nella seconda parte, mentre su La7 Matteo Renzi ha tenuto botta fino alle 22.45, rispondendo prima a Giovanni Floris e poi a Massimo Giannini, Massimo Franco e Alessandro Sallusti. Il talk de La7 ha avuto 2,123 milioni e il 9,14%, battendo così anche lo show di Rai2, ‘Stasera a CasaMika 2’, calato a 1,650 milioni e 7,28%. A distanza siderale è arrivata #Cartabianca, con 747mila spettatori e il 3,17%. Mentre Renzi era da Floris, DiMartedì è riuscito a superare 3 milioni ed il 12%, terzo in graduatoria momentanea dietro Rai 1 e Canale 5.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 29 ottobre convegno Pwc sulle ‘azioni indispensabili per non soccombere’. Ne discutono Patuanelli, Beduschi, Cardani, Cerbone, Leone, Mauri, Josi

Il 29 ottobre convegno Pwc sulle ‘azioni indispensabili per non soccombere’. Ne discutono Patuanelli, Beduschi, Cardani, Cerbone, Leone, Mauri, Josi

Fondazione De Agostini rinnova il Cda: Chiara Boroli presidente e Marcella Drago segretario generale; Roberto Drago presidente d’onore

Fondazione De Agostini rinnova il Cda: Chiara Boroli presidente e Marcella Drago segretario generale; Roberto Drago presidente d’onore

Charlie Hebdo disegna Erdogan in una vignetta con una donna svestita e vino. La condanna turca: senza morale

Charlie Hebdo disegna Erdogan in una vignetta con una donna svestita e vino. La condanna turca: senza morale