Sit-in dei giornalisti davanti alla palestra Spada. “Insistere è il nostro mestiere”. Fnsi e Unci: “No alla censura sulla stampa, no ai bavagli. No a leggi liberticide”

”Con le mani siete bravi, vediamo come ve la cavate col microfono, vi aspettiamo”, ”Insistere è il nostro lavoro”. Sono alcuni dei cartelli mostrati oggi da un centinaio di giornalisti che si sono radunati davanti alla palestra Femus di Ostia gestita da Roberto Spada. Un sit-in convocato spontaneamente da alcune associazioni di reporter in solidarietà del giornalista Daniele Piervicenzi, picchiato da Spada durante un servizio televisivo.

Davanti alla palestra sono stati distribuiti anche volantini della rete #nobavaglio e lo striscione dell’Fnsi e Unione nazionale cronisti italiani con scritto “No alla censura sulla stampa, no ai bavagli. No a leggi liberticide”.(Rre/AdnKronos)

Foto Leggo.it

Foto Leggo.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE. In aprile cala l’audience dei siti di news tranne per quelli food

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE. In aprile cala l’audience dei siti di news tranne per quelli food

Editoria, in Lombardia negli ultimi 40 giorni 65 editrici hanno aperto trattative  per cassa integrazione e solidarietà

Editoria, in Lombardia negli ultimi 40 giorni 65 editrici hanno aperto trattative  per cassa integrazione e solidarietà

In Germania giornalisti contro medici. La ‘Bild’ attacca il famoso virorolo Christian Drosten. Ma esagera e ‘Spiegel’  lo difende

In Germania giornalisti contro medici. La ‘Bild’ attacca il famoso virorolo Christian Drosten. Ma esagera e ‘Spiegel’ lo difende