Con la banda larga fino a 7 mila nuovi posti di lavoro. Gentiloni: la connessione veloce è la ferrovia della contemporaneità. Garantire a tutti l’accesso alle reti

“Colmare il digital divide, colmare il ritardo che abbiamo accumulato negli ultimi decenni, arrivare prima della media dei paesi europei a raggiungere gli obiettivi dei collegamenti” ad elevata velocità di trasmissione e ricezione, “sarebbe un obiettivo straordinario, che consentirebbe il progresso dell’intero sistema economico e darebbe lavoro a migliaia di persone. Tre o quattromila lavorano già ora nei cantieri della banda larga, che arriveranno a 10 mila nei momenti di picco”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nel corso dell’intervento all’inaugurazione dei cantieri Open Fiber, a Campli in provincia di Teramo.

“Dobbiamo abituarci”, ha dichiarato Gentiloni, “all’idea che la connessione veloce e sicura alla rete è una condizione del vivere contemporaneo, come è stato per i collegamenti stradali e ferroviari, per l’elettricità, reti telefoniche o televisive e acqua potabile. E’ un servizio universale che tutti gli italiani devono avere, tutte le realtà del nostro territorio”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti