Vogliamo il controllo della rete, ma non serve averne il 100%, dice Genish di Tim. La vendita di quote è un’opzione. Ma alle nostre condizioni: quando e se necessario

“Vogliamo il controllo della rete ma non dobbiamo averne il 100%”. Lo ha detto l’ad di Tim, Amos Genish dalla conferenza di Morgan Stanley su tech, media e tlc. La vendita di una quota “è un’opzione se l’opportunità è giusta” e se “aggiunge valore”, ha spiegato il manger.

Amos Genish

“Non vogliamo che qualcuno ci costringa (a vendere, ndr), vogliamo farlo alle nostre condizioni, quando realmente crederemo sia necessario e qualora aggiunga valore ai nostri azionisti”, ha aggiunto, come riporta l’agenzia Bloomberg.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez