Vogliamo il controllo della rete, ma non serve averne il 100%, dice Genish di Tim. La vendita di quote è un’opzione. Ma alle nostre condizioni: quando e se necessario

“Vogliamo il controllo della rete ma non dobbiamo averne il 100%”. Lo ha detto l’ad di Tim, Amos Genish dalla conferenza di Morgan Stanley su tech, media e tlc. La vendita di una quota “è un’opzione se l’opportunità è giusta” e se “aggiunge valore”, ha spiegato il manger.

Amos Genish

“Non vogliamo che qualcuno ci costringa (a vendere, ndr), vogliamo farlo alle nostre condizioni, quando realmente crederemo sia necessario e qualora aggiunga valore ai nostri azionisti”, ha aggiunto, come riporta l’agenzia Bloomberg.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Class Editori: Marco Moroni nominato amministratore delegato

Class Editori: Marco Moroni nominato amministratore delegato

Di Vittorio Feltri il necrologio più bello in memoria di Roberto Gervaso

Di Vittorio Feltri il necrologio più bello in memoria di Roberto Gervaso

Nyt: rivolta in redazione per l’op-ed sull’uso delle truppe contro le rivolte. Scuse dal giornale: non all’altezza degli standard

Nyt: rivolta in redazione per l’op-ed sull’uso delle truppe contro le rivolte. Scuse dal giornale: non all’altezza degli standard