Si allunga l’elenco di pretendenti per 21st Century Fox. Dopo Disney, anche Comcast, Verizon e Sony sarebbero interessate agli asset di casa Murdoch

Dopo Disney, anche Comcast ha messo nel mirino 21st Century Fox. Secondo alcune indiscrezioni riprese dal Wall Street Journal e rilanciate dai media di oltreoceano – mentre le discussioni con il papà di Topolino si  sarebbero arenate per questioni di prezzo -, il gigante dei media via cavo avrebbe manifestato il suo interesse a rilevare una parte degli asset della società dei Murdoch. E potrebbe non essere il solo, visto che tra i pretendenti figurerebbero anche Verizon e Sony. E addirittura, come ipotizza ‘Usa Today’, pure Amazon.

Gli asset messi nel mirino da questi colossi sono gli studio Twentieth Century Fox, alcuni network via cavo statunitensi e il business internazionale, compresa la britannica Sky, di cui Fox controlla il 39%. Restano esclusi Fox News, la rete broadcast di Fox e i canali sportivi.

Rupert Murdoch (foto Olycom)

Non è chiaro come i regolatori potrebbero accogliere un matrimonio di questo tipo, viste le resistenze che il progetto di fusione tra AT&T e Time Warner sta incontrando a Washington.

Per Verizon, un deal con Fox potrebbe essere il volano per espandere il business dei media digitali, trainato per ora dalla fusione tra Aol e Yahoo. Nel caso di un accordo, la telco potrebbe incontrare minori ostacoli regolatori rispetto alle rivali. A differenza di AT&T e di Comcast, che hanno milioni di abbonati alla pay-tv, Verizon ha solo 4,6 milioni di clienti tv, concentrati nel nord-est degli Usa.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

TikTok collaborerà con la Commissione Europea per una migliore tutela dei minori online

TikTok collaborerà con la Commissione Europea per una migliore tutela dei minori online

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore