- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Sottoscritto al 91,86% l’aumento di capitale in opzione al ‘Sole 24 Ore’. Con l’intervento del consorzio di garanzia operazione conclusa

Facendo seguito al comunicato diffuso il 21 novembre 2017 [1], il Sole 24 Ore ha reso noto che si è conclusa l’offerta in opzione di numero 52.012.476 azioni speciali del Sole rivolta ai possessori di azioni ordinarie e speciali della Società, rivenienti dall’aumento di capitale a pagamento e in forma inscindibile deliberato dall’assemblea straordinaria del 28 giugno 2017 [2].

In particolare, durante il periodo di opzione, iniziato il 30 ottobre 2017 e conclusosi il 16 novembre 2017, estremi inclusi, sono state sottoscritte numero 47.336.172 azioni, pari al 91,01% delle azioni e per un controvalore complessivo pari a 45.490.061,30 euro, per effetto dell’esercizio di 11.834.043 diritti di opzione.

La società precisa che Confindustria, in adempimento agli impegni in precedenza assunti, ha esercitato 7.804.371 diritti di opzione alla stessa spettanti, corrispondenti a numero 31.217.484 azioni, per una quota pari al 60,02% del totale delle azioni, per un controvalore complessivo di 30.000.002,12 di euro.

Ai sensi dell’art. 2441, terzo comma, del Codice Civile, la Società ha offerto in Borsa i 1.169.076 diritti d’opzione non esercitati nel periodo di opzione (i “Diritti Inoptati”). Tutti i Diritti Inoptati sono risultati interamente venduti nel corso della prima seduta dell’Offerta in Borsa, il giorno 21 novembre 2017, per un ammontare complessivo pari a 233,82 euro.

All’esito dell’Offerta in Borsa sono state sottoscritte 442.160 azioni relative a 110.540 Diritti Inoptati per un controvalore complessivo di 424.915,76 euro.

Pertanto, a esito di quanto sopra, risultano complessivamente sottoscritte 47.778.332 azioni pari al 91,86% delle azioni e per un controvalore complessivo pari a 45.914.977,06 euro.

Ai sensi e ai termini dell’accordo di garanzia, le 4.234.144 azioni residue (per un controvalore complessivo di 4.069.012,38 euro) saranno sottoscritte dal consorzio di garanzia composto da Banca Imi Spa e Banca Akros Spa, a esito del perfezionamento dell’Operazione Formazione.

A seguito di tale sottoscrizione da parte delle banche del consorzio di garanzia, l’aumento di capitale in opzione e in forma inscindibile risulterà interamente sottoscritto per un controvalore complessivo di 49.983.989,44 euro.

Leggi o scarica la nota integrale, disponibile sul sito del gruppo editoriale [3]