Nessuna asta folle per i Mondiali di calcio, dice il dg Rai Orfeo. Spero di annunciare presto l’acquisizione dei diritti delle Olimpiadi invernali in Corea: sono un appuntamento a cui il servizio pubblico non può rinunciare

Alla gara per acquisire i Mondiali di calcio “la Rai parteciperà, ma non certo ad aste folli”. La ha affermato il direttore generale Mario Orfeo all’Ansa prima della presentazione del 101esimo Giro d’Italia, aggiungendo che la Rai spera di annunciare presto l’acquisizione dei diritti delle Olimpiadi invernali in Corea.

Mario Orfeo (foto Ansa)

Il ritorno in Rai delle Olimpiadi invernali, dopo l’assenza di quelle di Sochi, “è una bella notizia”, ha sottolineato il dg. “È un appuntamento importante per lo sport italiano. Sono quegli eventi a cui il servizio pubblico non può rinunciare perché ci sono tanti atleti azzurri. È un evento che il servizio pubblico deve trasmettere”.

“L’eliminazione dell’Italia oltre ad essere un dispiacere per noi tifosi, cambia la scelta sui diritti”, ha specificato poi  Orfeo. “È una scelta commerciale, non di servizio pubblico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Kantar, Alexis Nasard nominato global ceo

Kantar, Alexis Nasard nominato global ceo

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino

Marco Bardazzi lascia Eni. La comunicazione da novembre passa a Erika Mandraffino

Barachini su Auditel-Censis: Rai deve valorizzare patrimonio culturale e identitario del Paese e contribuire a formare pensiero critico degli italiani

Barachini su Auditel-Censis: Rai deve valorizzare patrimonio culturale e identitario del Paese e contribuire a formare pensiero critico degli italiani