Analisi ascolti tv 29 novembre: Montalbano torna super, bene Dona Francisca, la Sciarelli e Mamma ho riperso l’aereo. Di notte Vespa batte Porro e Mannoni. Con Casini e Travaglio, Gruber stacca Belpietro

 Sempre di calcio si tratta, ma gli effetti sono stati molto diversi. Sette giorni fa, alle prese con la Juve e la Roma impegnate in Champions League trasmesse sulle pay, la replica de ‘Il Commissario Montalbano’ non aveva fatto il solito exploit. Ieri – grazie anche alla competitività ridotta di Torino-Carpi su Rai 2 (valida per la Coppa Italia, la partita ha avuto 1,080 milioni di spettatori ed il 4,2% di share) – l’episodio ‘Il gatto ed il cardellino’ ha fatto il botto: 5,965 milioni di spettatori ed un quarto della platea disponibile davanti al teleschermo. Un risultato notevole, se si considera che lo stesso episodio, nella replica precedente due anni e mezzo fa si era fermato a 4,6 milioni ed il 17,7% di share; e che appena la sera prima, il successo ‘La strada di casa’, con Alessio Boni protagonista (a 5,857 milioni di spettatori ed il 24,3%), aveva conseguito su Rai1 meno pubblico di Luca Zingaretti & co.

Dietro il poliziotto di Vigata si sono difese comunque più che dignitosamente Canale 5, Rai3 e Italia1, tutte puntando su un pubblico presumibilmente fedele: la soap spagnola ‘Il Segreto’ si è confermata a 2,779 milioni e il 12,1%, ‘Chi l’ha visto?’ ha interessato 2,111 milioni di spettatori con il 9,7%, correndo alla pari con il cult ‘Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York’, a 2,137 milioni e 9,37%. Ha profittato del calo di Rai2 anche Rete 4 (la commedia italiana ‘Buona giornata’ ha prodotto 1,184milioni di spettatori con il 4,75%), mentre ha perso sette decimali rispetto alla puntata precedente (sulla terza guerra mondiale) il nuovo appuntamento su La7 di Andrea Purgatori. ‘Atlantide-Storie di uomini e mondi’, parlando di ecologia con ‘Scacco alla Terra’, si è fermato a 560mila spettatori e il 2,48% di share, superato dal film di Nove, ‘Un amore a cinque stelle’, che ha conquistato 651mila spettatori con il 2,7%.

In seconda serata, sfruttando il traino de ‘Il commissario Montalbano’, ha vinto chiaramente ‘Porta a Porta’: parlando dell’emergenza coreana, degli italiani che fanno pochi figli e facendo scontrare leghisti e governativi sullo ius soli, Bruno Vespa ha ottenuto ben 1,463 milioni di spettatori e il 15,65% di share. Molto staccati sono arrivati gli altri. Su Rai3 ‘Linea Notte’, con Maurizio Mannoni spinto da Federica Sciarelli, ha conseguito 620mila spettatori e 7,97% di share. Strada facendo è stato sorpassato da ‘Matrix’, dove Nicola Porro parlando ancora di violenza alle donne e poi virando sul lavoro ha riscosso 623mila spettatori e l’8,17% di share.

Solito risultato nella sfida tra i talk dell’access prime time. Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Pierferdinando Casini e Marco Travaglio ospiti di Lilli Gruber a parlare di banche e politica, ha avuto 1,744 milioni di spettatori e il 6,56%; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’, con Maurizio Belpietro a mettere in correlazione la crisi delle nascite e l’elezione di un Mister Friuli del Senegal, ha conquistato 984mila spettatori e il 3,73%.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Radio Italia si rifà il look. Il rebranding presentato il 27 giugno con due giorni di ‘autogestione’ dei cantanti

Radio Italia si rifà il look. Il rebranding presentato il 27 giugno con due giorni di ‘autogestione’ dei cantanti