Il New York Times approfitta dell’effetto Trump e abbassa la soglia del paywall portandola a cinque articoli gratis al mese

Il New York Times spinge i lettori digitali senza abbonamento verso la porta. Dimezzato infatti il numero di articoli consultabili online gratis al mese, che passano da 10 a 5. La tagliola del paywall, dunque, scatterà prima; si tratta del secondo aggiornamento dopo che, nel 2012, il numero di articoli gratuiti era passato da 20 a 10.

Il momento è propizio, secondo Meredith Kopit Levin, executive vp & chief operating office del New York Times, che a Bloomberg spiega: la domanda di informazione in questo preciso momento storico ha raggiunto “livelli record”, complice l’effetto Trump; “pensiamo che siano condizioni propizie per dimostrare alla gente che il giornalismo di qualità è qualcosa per cui è indispensabile pagare”.

Il cosiddetto “Trump bump”, spiega Niemanlab, ha contribuito a fare in modo che gli abbonamenti digitali del New York Times abbiano raggiunto i 2,5 milioni nel terzo trimestre 2017, pari ad una crescita del 59% in un anno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il chief digital officer Marco Formento lascia Condé Nast

Il chief digital officer Marco Formento lascia Condé Nast

Festival di Sanremo. Josi (Tim): abbiamo trasformato la pubblicità, in un’opportunità per il pubblico attraverso un concorso

Festival di Sanremo. Josi (Tim): abbiamo trasformato la pubblicità, in un’opportunità per il pubblico attraverso un concorso

Draghi rimuove Arcuri. Il nuovo Commissario per l’emergenza Covid è il generale Figliuolo

Draghi rimuove Arcuri. Il nuovo Commissario per l’emergenza Covid è il generale Figliuolo