Gli utenti di Twitter apprezzano i cinguettii più lunghi. I dati SocialFlow: con il limite a 280 caratteri raddoppiate ricondivisioni e like (INFOGRAFICA)

E’ passato poco più di un mese da quando Twitter ha deciso di abbattere il muro storico dei 140 caratteri, raddoppiando lo spazio a disposizione per cinguettare. E a giudicare dai primi risultati, a dispetto dello scetticismo iniziale, la mossa messa in atto dal sito di microblogging sembra riscuotere un certo successo tra i suoi utenti, aumentando, almeno per il momento, i livelli di engagement.

Stando a quanto rilevato dal sito SocialFlow, gli iscritti tendono a retweetare e a contrassegnare con i like i post più lunghi due volte in più rispetto a quanto fatto con i messaggi con meno di 140 caratteri.

(Infografica rielaborata da Social Flow)

Nello specifico, monitorando i dati sui messaggi con link pubblicati tra il 29 novembre e il 6 dicembre – analizzando click, retweet e like – è emerso che quelli che presentano tra i 140 e i 280 caratteri sono stati ricondivisi in media il 26,52% delle volte contro la media di 13,71% di condivisioni dei cinguettii in vecchia versione. Stessa situazione anche per i like, con gli utenti che tendono a schiacciare sul cuoricino in media 50,28% per i tweet lunghi, contro le 29,96% per quelli più corti.
Resta invece costante il numero di click.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Il mercato M&E italiano nel 2020 cala il valore a 30,9 miliardi, -9,5% causa Covid. PwC: spesa adv -19,7% – NUMERI E INFOGRAFICHE

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Massimo Caputi, capo dello Sport del Messaggero, licenziato “per giusta causa”. Lo scrive Professione Reporter

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa

Papa Francesco: importante una comunicazione onesta per raccontare la verità su quel che sta succedendo all’interno della Chiesa