Nel 2017 a Facebook e Google sono andati più del 60% degli investimenti per l’adv online. Alle due compagnie tech 1 dollaro su 4 di quanto speso in pubblicità (INFOGRAFICA)

Negli ultimi anni gli investimenti pubblicitari si sono progressivamente spostati verso il web, abbandonando i media cosiddetti tradizionali, come tv e stampa. E l’avvento degli smartphone non può che aver accelerato il fenomeno. Una delle conseguenze più marcate di questo spostamento verso l’online è il fatto che poche società hanno acquisito potere su una larga fetta delle cifre investite nell’advertising.

In particolare, secondo alcune stime, a Google e Facebook nel 2017 toccheranno poco più del 60% dei ricavi pubblicitari online mondiali. Intascando da sole 1 dollaro su 4 di quanto viene investito in tutto il mondo in pubblicità.

Ecco un’infografica di Statista.com che ricostruisce la crescita del peso pubblicitario delle due compagnie tech negli ultimi anni.

(elaborazione grafica da Statista.com)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Pubblicità, raccolta online supera tv. Agcom: il 68% dei ricavi va all’1% dei player; publisher perdono peso rispetto a piattaforme

Pubblicità, raccolta online supera tv. Agcom: il 68% dei ricavi va all’1% dei player; publisher perdono peso rispetto a piattaforme

Pubblicità, quest’anno il calo dei ricavi sarà del 17,4%. Una: nel 2021 il rimbalzo colmerà due terzi del crollo

Pubblicità, quest’anno il calo dei ricavi sarà del 17,4%. Una: nel 2021 il rimbalzo colmerà due terzi del crollo

Il Covid ha accelerato il passaggio all’adv digitale. Zenith: ripresa nel 2021, ma sui media tradizionali investimenti non omogenei

Il Covid ha accelerato il passaggio all’adv digitale. Zenith: ripresa nel 2021, ma sui media tradizionali investimenti non omogenei