Logo bianco nero e formato tabloid per Il Guardian, che debutta oggi in una nuova veste

A partire da oggi il Guardian si presenta con una nuova veste, sia in edicola che online – su sito e app. A spiccare è sicuramente il cambio di colore della testata, con il logo ridisegnato che si tinge di nero, abbandonando il blu, adottato nel 2005.  Nel ridisegnare il giornale la redazione ha cercato di preservare i due valori più apprezzati dai lettori: chiarezza ed immaginazione, ha spiegato la direttrice Katharine Viner, presentando le novità del giornale. 

“Abbiamo pensato attentamente a come l’uso della grafica, del colore e dell’immagine possono supportare il nostro giornalismo”, a cominciare dall’introduzione di un font chiamato ‘Guardian Headline, “semplice, d’impatto e che ispira fiducia”, ha detto ancora.

Il confronto tra la vecchia e la nuova prima pagina del giornale

Il confronto tra le due versioni del sito

Oltre al cambio grafico, il giornale ha abbandonato il formato berliner per adottare quello tabloid. “E’ un grande passo avanti verso la sostenibilità finanziaria”, ha detto Viner, commentando la trasformazione già anticipata la scorsa estate.

Di seguito il video con cui il giornale ha annunciato le novità in arrivo:

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Nel 2020 la pubblicità globale crescerà (+4,3%) trainata da online video e social. Zenith: Italia, 2019 chiude in calo (-0,2%), fiduciosi per 2020

Nel 2020 la pubblicità globale crescerà (+4,3%) trainata da online video e social. Zenith: Italia, 2019 chiude in calo (-0,2%), fiduciosi per 2020

Televisione, da domani in Auditel anche ascolti via app. Dal 2020 Libreria dei Contenuti Editoriali (Lce) e Codice Univoco degli Spot Video (Cusv)

Televisione, da domani in Auditel anche ascolti via app. Dal 2020 Libreria dei Contenuti Editoriali (Lce) e Codice Univoco degli Spot Video (Cusv)

Editoria, Verna: serve nuova legislazione per giornalismo. La Manovra sia attenta all’Inpgi

Editoria, Verna: serve nuova legislazione per giornalismo. La Manovra sia attenta all’Inpgi