Disney riorganizza in quattro segmenti la sua struttura. A Kevin Mayer la supervisione dei servizi streaming

Condividi

Walt Disney si riorganizza in quattro segmenti, nel quadro di una revisione strategica finalizzata a ottimizzare gli sforzi diretti ai consumatori, in una mossa che sembra aprire la corsa per la successione all’amministratore delegato Robert Iger.

Il colosso dell’entertainment ha annunciato che la nuova struttura, attiva con effetto immediato, comprenderà una nuova divisione internazionale e diretta ai consumatori, una nata dalla fusione delle operazioni dei parchi e resort con quelle di prodotti di consumo, un’altra dedicata alle reti media e infine  ustudio entertainment.

“Stiamo rivedendo la nostra strategia in modo da preparare la società al futuro, creando una struttura globale più efficace per i consumatori di tutto il mondo, per incrementare la crescita e massimizzare il valore per gli azionisti”, ha spiegato il ceo, Robert Iger.

Kevin Mayer

Kevin Mayer, attuale chief strategy officer, è stato nominato presidente della nuova divisione internazionale e diretta ai consumatori, che comprenderà tra gli altri anche il servizio streaming che dovrebbe debuttare nel 2019, la piattaforma per lo sport ‘Espn-plus’ prossima al lancio e la quota in Hulu. A Mayer anche la gestione del global advertising per le media properties della compagnia, comprese Espn, Abc e Disney Channels .

La compagnia ha poi ampliato il portafoglio di responsabilità di Robert Chapek che, oltre ai parchi giochi, assume la supervisione della divisione consumer product.

Robert Chapek

Mayer e Chapek entrano così di fatto in corsa per la successione di Iger, dalla quale non è escluso neanche James Pitaro, nelle scorse settimane nominato il numero uno di Espn.