Accordo Arpe (Tinaba) ed edicolanti (Snag) per pagare il quotidiano con lo smartphone

Acquistare un quotidiano o un settimanale pagandolo all’edicolante con un semplice tap sullo smartphone è realtà. Grazie all’accordo firmato oggi da Tinaba, la app che permette di trasferire il denaro ed effettuare pagamenti senza alcun costo di commissione, e SNAG Milano – Sindacato Provinciale Autonomo Giornalai, per la prima volta in Italia anche l’edicola entra nell’era digitale.

Matteo Arpe

Matteo Arpe

L’accordo, sottoscritto dal Fondatore di Tinaba Matteo Arpe e dal Presidente di SNAG Milano Alessandro Rosa, prevede l’adozione di Tinaba quale metodo di pagamento, presso le edicole di Milano. Si prevede che già entro fine marzo saranno venti le rivendite di giornali coinvolte. La prima edicola dove è possibile già da oggi pagare quotidiani e riviste con Tinaba è l’Edicola 2.0 presso City Life Shopping District.

L’obiettivo, spiega una nota congiunta,  è quello di costruire l’edicola del futuro grazie a strumenti in grado di migliorare la user experience del cliente. Con Tinaba gli edicolanti potranno assicurare ai consumatori una esperienza di acquisto del tutto nuova e personalizzata, offrendo loro la possibilità di pagare il giornale e la rivista tramite smartphone. Tinaba infatti elimina i costi di transazione ed assicura agli esercenti un servizio conveniente anche sui micro pagamenti. Il “portafoglio digitale” dell’acquirente e quello dell’edicolante entreranno in comunicazione in modo immediato e sicuro e con un solo tap sullo smartphone concluderanno il pagamento.

L’accordo siglato oggi prevede anche iniziative di marketing: innovazione, inclusione e trasformazione digitale sono i temi che Tinaba e SNAG affronteranno durante la prima Milano Digital Week, organizzando workshop all’interno dell’Edicola 2.0 Bistrot presso City Life Shopping District.

“Tinaba si impegna giorno dopo giorno per diffondere un nuovo modo di relazionarsi al denaro e agli acquisti e mettere a disposizione servizi bancari innovativi, creati su misura per tutte le esigenze”, spiega Nicola Giorgi, Managing Director di Tinaba. “Gli strumenti digitali stanno trasformando il lavoro, il tempo libero e la nostra user experience all’interno dei negozi: il nostro obiettivo è rendere questo passaggio facile e conveniente per tutti, sia per i clienti che per gli esercenti. L’accordo con SNAG Milano ci permetterà di conoscere le esigenze degli edicolanti e di lavorare con loro per migliorare e implementare i nostri servizi, per avvicinare sempre di più i commercianti alle abitudini di consumo, soprattutto dei giovani. Sarà una collaborazione importante – continua Nicola Giorgi – che a partire da Milano, città-piattaforma per l’innovazione e la progettazione, potrà essere replicata nel resto d’Italia per portare i pagamenti digitali in tutte le edicole del Paese”.

“Consideriamo quello con Tinaba un accordo importante, che consentirà agli edicolanti di avvicinarsi ai sistemi di pagamento digitali, diffondendo questa innovativa app in ogni parte d’Italia grazie alla presenza così capillare delle edicole nel nostro Paese e alla relazione di fiducia che tradizionalmente lega chi rivende i giornali ai propri clienti” conclude Alessandro Rosa, Presidente di SNAG Milano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali