Tv8 fa il botto con la MotoGp, tengono Fazio, Iene e Giletti. Maroni bene dall’Annunziata, Salvini risponde dalla D’Urso

Condividi

Una domenica plumbea (in gran parte dell‘Italia) e carica di attraenti eventi di sport in tv ha riempito i divani di pubblico maschile dall’ora di pranzo (Sampdoria-Inter) fino a notte. Il menù della Serie A contemplava per la prima serata due posticipi: Lazio-Bologna e Napoli-Genoa hanno riscosso complessivamente quasi 2 milioni di spettatori ed il 7% di share.

Tra le 21.00 e le 21.55 circa, inoltre, la replica della ‘MotoGp’ dal Qatar in onda su Tv8, con Andrea Dovizioso che ha battuto allo sprint Marc Marquez e Valentino Rossi, ha ottenuto 1,9 milioni di spettatori ed il 6,9% di share, raccogliendo nel giro finale oltre 2,2 milioni di spettatori e l’8% circa di share (al pomeriggio alle 17.00 la diretta su Sky aveva conquistato ben 1,357 milioni di spettatori ed il 7,6% di share).

Tra le 21.00 e le 23.35 circa, infine, su Sky la finale di tennis del Master 1000 di Indian Wells, vinta al tie break da Martin Del Potro su Roger Federer, ha riscosso oltre 210 mila spettatori e lo 0,8% di share.

Nonostante la forza complessiva di questa offerta sportiva, alla sera hanno tenuto tutto sommato botta Fabio Fazio, Le Iene e Massimo Giletti. Auditel ha messo in fila così le principali proposte: su Rai1 la prima parte di ‘Che tempo che fa’ (Paolo Nespoli, Laura Pausini e Antonio Albanese tra gli ospiti) ha riscosso 4,2 milioni di spettatori e 15,5%; su Canale 5 la fiction ‘Furore’ è rimasta stabile a 2,481 milioni di spettatori e il 10%; su Italia1 ‘Le Iene Show’ ha conseguito 2,2 milioni e il 10,92%; su Rai2 il telefilm ‘Ncis’ ha totalizzato 1,893 milioni di spettatori con il 6,78%; su Rai3 la seconda puntata di ‘Storie Maledette’, con Franca Leosini ancora alle prese con Sabrina e Cosima Misseri ed il caso di Avetrana, si è confermata a 1,877milioni e il 8,06%; su La7 ‘Non è l’Arena’, partendo con Marco Travaglio e Carlo Rossella e chiudendo con le pornostar Malena e Michelle Ferrari, ha conseguito 1,356 milioni e il 6,46%; su Rete4 il film vintage ‘Don Camillo e l’onorevole Peppone’ ha radunato 1,080milioni di fedeli con il 4,4%.

In pratica sia Fazio che Le Iene (leader in nottata) che Giletti hanno fatto meglio di sette giorni prima, quando le trasmissioni generaliste avevano sofferto per la presenza di Inter-Napoli (3 milioni e 11,5%) sulle due pay.

Tra le altre prestazioni da segnalare, al pomeriggio, l’ottimo risultato di Lucia Annunziata: ‘Mezz’ora in Più’ ha conquistato l’8,67% con Roberto Maroni, Piero Fassino e Carlo Freccero ospiti al primo pomeriggio. Momento clou del programma quando l’ex governatore della Lombardia ha detto di considerare improbabile un accordo tra la Lega e i Cinquestelle per il governo del Paese.

Singolare e da registrare che appena due ore dopo la risposta alla sua tesi sia arrivata in diretta tv, su Canale 5, durante ‘Domenica Live’, con Matteo Salvini che alle 18.00 sulla poltrona di fronte a quella di Barbara D’Urso non ha escluso questa prospettiva (‘Domenica Live’ ieri: 13,37% con la presentazione e poi 15,8% con ‘Attualità’, 17,85% con ‘Storie’ e quindi 18,94%, 17,53% e 14,3%).

Per i programmi contenitore della tv pubblica questo il bilancio: male Rai1 (‘Domenica In’ ha raccolto l’11,47% nella prima parte e il 9,73% nella seconda); in linea Rai2 (per ‘Quelli che aspettano’ il 7,24% di share e per ‘Quelli che il calcio’ 7,8%); bene la terza rete (‘Kilimangiaro’ ha avuto il 7,71% e il 10,5%).