Meredith pronta a tagliare 300 posti dopo l’acquisizione di Time Inc

Condividi

Meredith, il maggiore editore di magazine Usa, si prepara a tagliare tra i 200 e i 300 posti di lavoro. A segnalarlo il Wall Street Journal, secondo cui la riduzione –  che segue il completamento dell’acquisizione di Time -, si inserisce nei piani di risparmiare 400-500 milioni di dollari nei prossimi due anni.

Il taglio dei posti di lavoro, dovrebbe riguardare soprattutto gli impiegati di Time a New York, e, continua il giornale, potrebbe arrivare già questa settimana.

Fonti vicine alla vicenda affermano che Meredith dovrebbe anche rivelare una nuova struttura di vendita focalizzata maggiormente su specifici brand di riviste. Come parte della riorganizzazione, la società sta anche pensando a un nuovo modo per promuovere gli inserzionisti, con stampe più grandi e offerte digitali.

Stephen Lacy
Stephen Lacy

Lo staff di redazione delle attività gestite precedentemente da Time non sarà colpito significativamente dai licenziamenti. Meredith, infatti, pensando a una possibile vendita delle riviste Fortune, Time, Sports Illustrated e Money, vorrebbe permettere agli eventuali nuovi proprietari di prendere le loro decisioni riguardo ai dipendenti.

I licenziamenti in programma probabilmente saranno solo i primi di una serie. Altri tagli sono previsti nel corso dell’anno. Alla fine del 2016 Time contava circa 7.450 dipendenti, tra cui 4.950 negli Usa, mentre Meredith, al 30 giugno 2017, aveva circa 3.500 lavoratori full-time e 120 part-time.