I David di Donatello, di nuovo su Rai1, battono la prima tv di Canale 5 con Raoul Bova. Bene Sciarelli e Iene

Condividi

Il premio del cinema italiano tornava su Rai1 dopo la parentesi pay su Sky e c’era molta attesa e curiosità sull’esito televisivo della cerimonia. Affidata a Carlo Conti, impreziosita dai riconoscimenti e i passaggi sul palco di Steven Spielberg,  Stefania Sandrelli e Monica Bellucci, la cerimonia si è dipanata in maniera scorrevole ed è culminata con l’aggiudicazione della vittoria come miglior film ad ‘Ammore e Malavita’, il progetto dei Manetti Bros capace di conquistare anche tante altre statuette.  Così congegnato, in onda dalle 21.29 alle 24.12, lo spettacolo ha raccolto 3 milioni e il 14,31% di share, che si può considerare un buon risultato considerato quanto il nostro cinema sia fenomeno solo molto parzialmente considerabile popolare. Alla mattina, ad esempio, su Rai1 lo speciale ‘TG1 Cerimonia di Presentazione dei Candidati dei David di Donatello al Quirinale’ ha raccolto solo 835mila spettatori con l’11,4% (molto sotto media rispetto alle abitudini dell’ammiraglia).

In prima serata, comunque, fenomeno interessante, l’analisi delle curve di ascolto dice che Conti è rimasto in testa fino alle 23.20. Poi, quando sono terminati il film di Canale 5 e ‘Il cacciatore’ su Rai2, Italia 1 si è avvicinata a Rai1 ed è passata in testa per alcuni tratti della seconda serata.

In termini di pubblico, inoltre, rispetto alla festa del cinema, ieri ha fatto leggermente meglio il film in prima tv su Canale 5. ‘Tutte le strade portano a Roma’, titolo spagnolo firmato Ella Lemhagen e con Sarah Jessica Parker, Rosie Day, Raoul Bova, Claudia Cardinale e Paz Vega protagonisti, ha conquistato 3,1 milioni di spettatori e il 13,27%.

Nel periodo però in cui le due trasmissioni sono andate in onda contemporaneamente sono prevalsi i David: per Rai1 3,291 milioni di spettatori e il 14,1%; per Canale 5 3,075 milioni e 13,2%. Al fotofinish sono arrivate anche altre sfide più o meno dirette. Su Rai3 ‘Chi l’ha visto?’ ha riscosso 2,4 milioni di spettatori e l’11,1%, mentre su Italia1 ‘Le Iene Show’ ne ha conseguiti 2,250 milioni con l’11,76%.

In calo rispetto alla prima puntata, e staccato di circa tre punti, il prodotto seriale di Rai2, ‘Il cacciatore’, molto in target ‘David’, attestatosi a 1,750 milioni di spettatori e 7,4%.

Appaiate – in coda – anche Rete4 (‘Partita-Mundial’ 657mila e 2,6%) e La7 (‘Atlantide- Che Guevara’ 602mila e 2,74%).

In access da segnalare il picco di ‘Striscia la Notizia’ (6,9 milioni alle 21.25), e poi – senza Maurizio Belpietro a competere – la solita ottima performance di Lilli Gruber con ‘Otto e mezzo’ (1,9 milioni di spettatori e 7,28% con ospiti Lina Palmerini, Giorgio Mulè, Luciano Canfora), ieri vicinissima ai risultati di ‘Un posto al sole’ (2 milioni e 7,61%).