Meredith licenzierà altri 1.000 dipendenti di Time e valuta la cessione di alcune testate del gruppo

Condividi

Nel tentativo di ridurre i costi, l’editore statunitense Meredith nel corso dei prossimi 10 mesi intende licenziare circa 1.000 dipendenti di Time, che si andranno ad aggiungere ai 200 licenziamenti già annunciati per questa settimana, hanno toccato principalmente dipendenti degli uffici di New York delle divisioni legali, finanziarie e di consumer marketing.

Il gruppo ha anche comunicato di non escludere la possibilità di vendere alcune testate di Time, tra cui Time, Sports Illustrated, Fortune e Money. In base a quanto rivelato da una fonte vicina al dossier, l’interesse per i quattro titoli non è stato espresso da acquirenti strategici ma da personalità benestanti con interessi nell’area in oggetto. Ma, ora che il processo di vendita è in corso, non è da escludere che altri acquirenti possano mostrarsi interessati.

Tom Harty, ceo di Meredith

Il ceo di Meredith, Tom Harty, ha detto che le discussioni sulla vendita delle testate di Time stanno procedendo e che spera di vendere tutti i quattro titoli entro 60-120 giorni.

In occasione di un meeting con i dipendenti di Time, Harty ha anche fatto intendere che la testata non sarà venduta nè a David Pecker, ceo dell’editore American Media, nè ai fratelli Koch, che non hanno espresso alcun tipo di interesse.