Vince Don Matteo, The Voice sorpassa Tiramisù, corrono Gruber e Formigli. Pari notturno Vespa-Costanzo

Condividi

Un podio per certi versi già scritto nella sfida degli ascolti tvdel giovedì. In vetta il solito ‘Don Matteo’ su Rai1, in leggero calo a 6,065 milioni e 26,05% di share, e poi praticamente affiancati la prima tv del film firmato Fabio De Luigi su Canale 5 (‘Tiramisù’ a 2,489 milioni e 10,46% di share) e il ritorno di ‘The Voice of Italy’ su Rai2 (2,464 milioni e 10,28% di share), cui evidentemente non ha fatto male un po’ di riposo ai box e il ritorno in pista con il cambio di coach e conduttore (Costantino Della Gherardesca alla conduzione e J-Ax, Al Bano, Francesco Renga e Cristina Scabbia a individuare e guidare i talenti vocali). In particolare, se si considera il periodo di on air in sovrapposizione, Rai2 (10,5%) ha battuto di poco Canale 5 (10,4%).

Certo, la prima puntata dell’ultima edizione del talent aveva fatto molto meglio, conquistando 3,1 milioni ed il 14,7% di share, ma in quel caso la controprogrammazione affrontata dalla sfida musicale era stata molto più debole, con Rai1 che aveva appositamente proposto un film in grado di superare di poco la soglia dei 3 milioni. Le prossime puntate saranno dirimenti rispetto alla forza reale del nuovo ‘The Voice’; incoraggia però l’ottimismo l’andamento molto tonico della curva, vicina al 14% nel finale, e con la trasmissione che – terminando prima – non ha potuto accogliere lo zapping di ‘Don Matteo’.

La politica, inoltre, anche dopo le elezioni (in attesa di capire chi sarà eletto alla presidenza di Camera e Senato e chi potrà fare il nuovo governo) sta tirando molto più del solito in tv (per la felicità di Urbano Cairo e Andrea Salerno, editore e direttore de La7). Ieri Corrado Formigli ha schierato, tra gli altri ospiti, Gianni Cuperlo, Marco Damilano, Mario Giordano, Federico Rampini, Alan Friedman e ‘Piazzapulita’ ha ottenuto ben 1,356 milioni di spettatori e il 7,05% di share, superando a tratti il 10% dopo la fine di ‘The Voice’ e ‘Don Matteo’.  Dall’altra parte della barricata, invece, su Rete 4, Paolo Del Debbio ha puntato tra gli altri su Laura Ravetto, Irene Pivetti, Massimiliano Fedriga, Giovanni Donzelli, Matteo Ricci, Alessia Rotta, Alessandro Sallusti e Pietro Sansonetti e ‘Quinta Colonna’ ha conseguito 884mila spettatori con il 4,38% di share, rimanendo costantemente distante dal rivale più diretto.

Le altre collocazioni erano tutte occupate da film arrivati in quest’ordine: su Italia1 ‘Fast&Furious – Solo ricambi originali’ ha attratto 1,327 milioni e 5,56% e si è installato dietro Formigli nella graduatoria virtuale; mentre su Rai3 ‘Elser- Tredici minuti che non cambiarono la storia’, con 795mila spettatori ed il 3,15% non è sfuggito all’ultima, preventivabile, ultima posizione in classifica, dietro Del Debbio.

In tema sempre il racconto della politica – con d’attualità la rottura dell’accordo che doveva portare all’elezioni dei presidenti di Camera e Senato – in preserale, prima dei tg della terza rete, ‘#Cartabianca’ con Massimo Giannini e Paolo Liguori ospiti di Bianca Berlinguer, ha riscosso 1,352 milioni di spettatori con il 9% di share.

In access La7 ha dominato su Rete 4 e ha superato anche ‘Un posto al Sole’ sulla terza rete (2 milioni e 7,36%). ‘Otto e mezzo’, con Marco Travaglio e Pierferdinando Casini ospiti di Lilli Gruber, ha conquistato ben 2,048 milioni di spettatori e il 7,6%; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’, con Corradino Mineo, Maurizio Gasparri, Maurizio Molinari e Veronica Gentili ospiti di Maurizio Belpietro e con un rapido collegamento con Viterbo con Matteo Salvini, si è fermato a 1,033 milioni di spettatori e il 3,97%.

In seconda serata nonostante il traino di ‘Don Matteo’, non ha vinto facile Bruno Vespa. ‘Porta a porta’ ospitando Ettore Rosato e Mariastella Gelmini (Matteo Salvini ha rinunciato all’ultimo minuto) e poi parlando del Fai ha ottenuto 1,311 milioni ed il 14,7% di share.

Su Canale 5, invece, il ‘Maurizio Costanzo Show’, che ritornava sul famoso ‘canna gate’ dell’Isola dei famosi ospitando Eva Henger e Francesco Monte, ma poteva contare anche su Paolo Ruffini, Lino Banfi, Nadia Toffa, Pio e Amedeo, ha avuto ben 1,357 milioni di spettatori e il 14,26% di share, sostanzialmente pareggiando col rivale.