Playboy lascia Facebook. L’annuncio su Instagram

Condividi

Playboy lascia Facebook. Ad annunciarlo su Twitter, dopo lo scandalo del caso Cambridge Analytica, è stato il suo capo creativo, Cooper Hefner, figlio del fondatore della storica rivista per adulti, Hugh Hefner. Come fa notare Niemanlab, si tratta del primo grande editore statunitense che compie questa scelta.

“Le linee guida sui contenuti di Facebook e i loro indirizzi aziendali continuano a contraddire i nostri valori”, spiega Hefner in un post pubblicato su Twitter ma anche su Instagram (social quest’ultimo che peraltro è stato comprato da Facebook). “Abbiamo cercato di adattare il nostro tono di voce alla piattaforma, la quale però per noi continua ad essere sessualmente repressiva”.

“Aver appreso della recente ingerenza in un’elezione libera degli Stati Uniti – prosegue Hefner – dimostra ulteriormente un’altra preoccupazione su come gestiscono i dati degli utenti, 25 milioni dei quali sono fan di Playboy, chiarendo di conseguenza che dobbiamo lasciare la piattaforma”.