Microsoft riorganizza il business in due gruppi: dispositivi e cloud-intelligenza artificiale

Condividi

Microsoft sta effettuando una ristrutturazione del proprio business e ha deciso di suddividere la società in due gruppi. Il primo,  fa sapere il gruppo, opererà soprattutto nel campo dei dispositivi, mentre il secondo sarà attivo nel settore dei cloud e dell’intelligenza artificiale.

La mossa è stata pianificata per spingere Microsoft a focalizzarsi sulle aree di crescita più promettenti. Nell’ultimo trimestre, anche se la società non divulga i risultati relativi ai ricavi di questi due business, il titolo di Azure è salito del 98%, mentre quello di Office 365 ha guadagnato il 41%. Il ceo del gruppo, Satya Nadella, ha inviato ai dipendenti una e-mail in cui ha spiegato come la creazione di nuovi team ingegneristici “accelererà l’innovazione e soddisferà al meglio le necessità future dei clienti e dei partner”.

Per oltre 43 anni Microsoft è stata considerata sinonimo di Windows e viceversa. Sotto la guida dell’ex numero uno della società, Steve Ballmer, l’innovazione aveva subito una brusca frenata. Nadella, invece, è finalmente in grado di effettuare tale trasformazione, dato che, durante il suo mandato, Microsoft è stata riconosciuta anche nel mercato del cloud computing. Azure, infatti, è seconda solo ad Amazon sul fronte del mercato delle infrastrutture adibite allo stoccaggio dei dati. Anche le app di Office 365 e i suoi servizi Dynamics business-software stanno crescendo rapidamente.

La società ha inoltre comunicato che Terry Myerson, vice-presidente esecutivo di Windows and Devices Group, lascerà la compagnia. Scott Guthrie, che gestisce Azure, espanderà il suo ruolo e prenderà in mano le redini del ramo cloud e dell’IA. Rajesh Jha, fino ad ora al comando del gruppo Office, gestirà invece il ramo Experiences & Devices.

Satya Nadella, ceo di Microsoft
Satya Nadella, ceo di Microsoft (foto Olycom)