Giornalisti, approvati bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018 dell’OgL

Condividi

L’assemblea degli iscritti all’Ordine dei giornalisti della Lombardia (OgL), convocata nella Sala Barozzi dell’Istituto dei ciechi, in via Vivaio 7, a Milano, ha approvato con il 98,8% di “sì” e un solo voto contrario il bilancio consuntivo 2017, e all’unanimità il preventivo 2018.

“Nel 2017 il nuovo Consiglio dell’Ordine lombardo, eletto lo scorso ottobre, ha gestito l’ente per soli due mesi e mezzo. Nonostante ciò, insieme al tesoriere Franco Ordine, condivido la firma dell’intero esercizio raccogliendo il testimone dalla precedente Consiliatura, presieduta da Gabriele Dossena, che ringrazio soprattutto per il prezioso lavoro svolto nell’iter di approvazione della nuova Legge sull’editoria”, ha esordito il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti. “Il nostro operato si è concentrato, per ora, su una forte spending review, con la revisione di tutti i contratti di fornitura, di cui si vedranno i primi risultati però solo nel prossimo bilancio”.

“Il 28 dicembre scorso, inoltre, – prosegue Galimberti – con l’unanime consenso e su mandato del nuovo Consiglio, ho firmato la risoluzione di un annoso contenzioso giudiziario tra l’Ordine lombardo e l’Ordine nazionale che minacciava di pesare gravemente sui nostri bilanci dei prossimi anni; risolto il quale possiamo ora affrontare il 2018 con rinnovata fiducia”

Il bilancio consuntivo 2017, rende noto una comunicazione dell’Ordine lombardo, chiude con un conto economico totale a pareggio di 2 milioni e 858.446,07 euro e con una perdita d’esercizio pari a 127.094,46 euro. La maggiore voce di uscita è rappresentata dalle quote di competenza inviate al Consiglio nazionale, pari a 1 milione e 213.540 euro (ovvero il 42% dei costi totali d’esercizio). Le altre uscite significative sono state: 615.973,87 euro per il personale dipendente (22%), 125.106,55 per l’affitto e le spese condominiali (4,38%), 104.163,76 per le spese legate alle consulenze legali, gratuito patrocinio, legale e fiscale agli iscritti (3,64%). Gli iscritti, al 31 dicembre 2017, erano in totale 24.076 (8.232 professionisti, 13.417 pubblicisti, 271 praticanti e 2.156 dell’Elenco speciale).

Al termine dell’assemblea sono state consegnate le medaglie alla carriera a 33 colleghi che hanno festeggiato i 50 anni d’iscrizione all’Albo.