Diritti tv Serie A, ecco i pacchetti Mediapro. Offerte entro 21 aprile

MediaPro Italia ha messo in vendita i pacchetti per i diritti della serie A. Offerte entro il 21 aprile. Pubblicato sul proprio sito l’invito a presentare offerte per i prodotti audiovisivi del campionato di Serie A.

Per i pacchetti relativi alle dirette a pagamento per le stagioni sportive 2018/19, 2019/20 e 2020/21. Come si legge nell’invito: «Gli Operatori della Comunicazione possono presentare Offerte per uno o più dei Pacchetti previsti dal presente Invito, partecipando alla relativa procedura. Come previsto dalle Linee Guida, i Pacchetti verranno assegnati all’Offerente che, avendo superato il Prezzo Minimo, avrà effettuato l’Offerta più alta, in conformità alla procedura di selezione prevista alla sezione 4 e alle modalità di assegnazione previste alla sezione 7 e ferme restando le riserve ivi disciplinate».

«Si invitano i soggetti interessati a presentare le proprie Offerte per l’acquisizione in sub-licenza di uno o più Pacchetti oggetto della procedura descritta nel presente Invito, con le modalità e nei termini qui previsti. Il termine ultimo per la presentazione delle Offerte è fissato alle ore 23:59 del 21 aprile 2018».

La data scelta è quattro giorni prima del termine per la presentazione della fideiussione da 1,2 miliardi di euro da parte della società spagnola, il 26 aprile. Lo scorso 5 febbraio l’Assemblea della Lega Nazionale Professionisti Serie A aveva aggiudicato al Grupo MediaPro i diritti audiovisivi della competizione italiana per le prossime tre stagioni.

Il pacchetto A prevede tutte le 380 partite di ogni campionato esclusivamente per la piattaforma satellite; il pacchetto B1 per il digitale terrestre (dtt) prevede 248 incontri (oltre a eventuali spareggi e ripetizioni, da otto società sportive: le prime cinque in classifica, una classificata tra l’ottava e la decima posizione, una tra l’undicesima e la tredicesima, una tra la quattordicesima e la diciassettesima o tra le tre neopromosse); il pacchetto B2 prevede le altre 132 gare, sempre per il dtt; il pacchetto C1 riguarda le 380 gare per internet e/o la Piattaforma Wireless per Reti Mobili, in modalità over-the-top; il pacchetto C2 ricalca le modalità del B1, sempre per la Rete; il pacchetto D1 riguarda 248 incontri per la piattaforma Iptv; il pacchetto D2 i rimanenti 132 incontri, sempre per l’Iptv.

Esistono inoltre dei pacchetti maggiorati (A+, B1+, B2+, E, F e F+), dove con l’indicazione + si intende pacchetti che possono essere acquistati come extra dai titolari dei diritti del pacchetto originario, mentre E ed F sono riservati a tutti e riguardano l’«opzionale esercizi commerciali DTH» e «DTT» dei rispettivi pacchetti, cioè satellite e digitale. (Corriere.it)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Aie, 2018 positivo per il mercato dei libri: +2% nel fatturato. Cresce del 9% la vendita di diritti all’estero

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Stati generali Transizione energetica: opportunità di crescita anche per l’Italia. Patuanelli propone ‘patto verde’ con imprese

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro

Addio a Paolo Bonaiuti. Fnsi: attento a pluralismo e ragioni lavoro