Elle Decor Italia ed Esquire Italia primi italiani a vincere l’Editorial Excellence Award di Hearst

Condividi

Due testate italiane per la prima volta vincono gli Editorial Excellence Award 2017 di Hearst. Ad annunciarlo Hearst Magazines nel corso di una cerimonia tenutasi presso la Hearst Tower di New York. I vincitori, suddivisi in 15 categorie, stampa e digital, coprono gli Stati Uniti e il resto del mondo.

Ad aggiudicarsi il premio International Magazine of the Year è Elle Decor Italia, imponendosi sui finalisti Esquire Spain e Cosmopolitan Spain. Mentre Esquire Italia, International website of the year, ha vinto su Digital Spy Uk e Elle Girl Japan.

“Si tratta di un risultato di assoluto rilievo per Hearst Italia – commenta Giacomo Moletto Ceo Hearst Italia e Western Europe – che premia il lavoro svolto in questi anni alla ricerca dell’eccellenza con uno straordinario team di lavoro”.

Più di 160 i candidati, selezionati e ridotti a 45 da un panel di giudici composto dai direttori di Hearst Magazines, direttori esecutivi, direttori creativi e direttori di siti (i partecipanti a questo primo livello di selezione non potevano votare le categorie dove era candidato il proprio brand).

I vincitori finali sono stati scelti da una Giuria composta, oltre che da Joanna Coles, da David Carey, Hearst Magazines President; Jon Gluck, Hearst Magazines Executive Director of Editorial Talent, Development & Special Projects ; Kate Lewis, Hearst Magazines Digital Senior Vice President & Editorial Director;  Kim St. Clair Bodden, Hearst Magazines International Senior Vice President & Editorial Director; Jodi Kantor e Megan Twohey del New York Times e Michael Wolff,  giornalista e scrittore.

“Dopo anni di impegno nel comunicare il valore del design a 360 gradi, sono molto felice ed onorata di ricevere questo prestigioso premio”, dichiara Livia Peraldo Matton, direttore Elle Decor Italia.
“Siamo alla vigilia del Salone del mobile di Milano, l’evento internazionale più importante del nostro settore. Quindi non esiste un momento migliore per celebrare il valore del design anche con questo tributo. Condivido questo riconoscimento con Giacomo Moletto che ha creduto sempre nel nostro lavoro e con tutto il team: dalla mia fantastica redazione all’area publishing guidata da Roberta Battocchio.”

“Siamo molto felici e soddisfatti del risultato raggiunto in così poco tempo”, dichiarano Giampietro Baudo (editor in chief Fashion&Business Development Esquire Italia) e Timoty Small (Editor in Chief Editorial Development Esquire Italia). “Insieme al nostro team e a una grande squadra di collaboratori abbiamo cercato di raccontare un universo maschile con radici italiane, ma in dialogo continuo con il resto del mondo. Dando vita ad una conversazione digitale legata alle passioni dell’uomo moderno, dallo stile alla cultura, dallo sport all’entertainment, senza dimenticare lo humour che da sempre caratterizza un title internazionale come è Esquire. Condividiamo questo riconoscimento con Giacomo Moletto, Biagio Stasi e Francesco Magnocavallo che hanno sempre supportato e creduto nel nostro lavoro e quello della redazione. Soprattutto in questa importante fase di lancio”.

“La bellezza di lavorare nei media è che ogni minuto i team di Hearst Magazines di tutto il mondo creano contenuti originali e innovativi per connettersi con il nostro pubblico”, ha dichiarato Joanna Coles, Chief Content Officer di Hearst Magazines. ” i nostri team lavorano con grande passione e professionalità ed è sempre molto gratificante riconoscere, durante la nostra premiazione, il talento editoriale per creatività e impegno”.