Inter, prima volta al Fuorisalone. Suning apre uffici a Milano e in Europa

Suning apre un ufficio di rappresentanza commerciale a Milano entro la fine del 2018. E sempre entro la fine del 2018 apriranno altri tre uffici in Inghilterra, Francia e Germania. Ad annunciarlo Steven Zhang, figlio del presidente di Suning e prorpietario dell’Inter Zhang Jindong, in occasione dell’inaugurazione di Innovative Passion, lo spazio di Inter e Suning al Fuorisalone in zona Tortona dedicato ai colori nerazzurri e alle soluzioni retail di Suning. A fare gli onori di casa, insieme a Steven Zhang, anche il chief communications officer dell’Inter Robert Faulkner, Maria Laura Albini, marketing director dell’Inter, e Melody Jia, chief of staff and director of strategy di Suning international.

Steven Zhang con Robert Faulkner, Maria Laura Albini e Melody Jia

”La Design Week è un evento molto importante per Milano ed è la prima volta che Suning e Inter partecipano”, ha detto Zhang. “Non potevamo esimerci dal rappresentare la nostra città. Per noi, come società di calcio e come società diretta ai consumatori, è importante fornire l’esperienza qualitativamente migliore possibile. Quando i tifosi vanno allo stadio, non vogliono solo guardare una partita di 90 minuti, vogliono vivere un’esperienza interessante. Oltre ai buoni giocatori, vogliono buon cibo, buone immagini e innovazione. I giovani sono poi perennemente a contatto con i social media, con la tecnologia”.

Lo “specchio magico” di Suning

Così si spiega anche la scelta delle tre installazioni. ”Colours of Passion” è la riproduzione destrutturata del logo dell’Inter a simboleggiare il cammino dei nerazzurri; ”Magic Mirror” lo specchio a riconoscimento facciale che consente di fare shopping attraverso un’innovativa modalità interattiva basata sulla realtà aumentata (così anche come l’app di Suning che consente di collocare virtualmente i prodotti che si intende acquistare nel proprio salotto di casa per “vederli” quasi dal vivo); ”Emotional Wall” che racconta l’Intelligenza Artificiale applicata alla domotica con il dispositivo di Suning Biu.

App Suning

“Questa è una piccola idea di quello che vogliamo fare per il futuro”, ha proseguito Zhang. “L’Inter ha oltre 100 anni ma possiamo essere il club più giovane nel mondo. Comprando sui siti di Suning, non si è limitati al materiale dell’Inter, si può comprare materiale del Manchester United ma anche del Milan o della Juventus. E l’esperienza per i consumatori sarà diversa da qualsiasi altra società di retail nel mondo”.

L’obiettivo delle nuove sedi distaccate Suning, precisa l’Inter in una nota, è quello di “intensificare la propria rete di sourcing in Europa, per introdurre prodotti di alta qualità e ricchi di stile nel mercato cinese, per rispondere alle esigenze di una nuova generazione di consumatori”.

Suning, che fattura 65,7 miliardi di dollari, come ha ricordato Zhang, è alla posizione numero 485 della classigica Fortune 500 ed è il più grande smart retailer della Cina. Recentemente ha anche aperto una nuova catena di store chiamata Jiwu per brand popolari, prodotti di design e di lifestyle dove è possibile pagare alle casse con un sorriso grazie al riconoscimento facciale all’ingresso. Un software che, secondo Suning, è in grado persino di distinguere tra di loro due gemelli.

Emotional Wall

L’attenzione riservata da Suning e Inter alla cosiddetta “customer experience” e alle nuove tecnologie, ricorda la società nerazzurra, è un valore comune. Come documentano “l’esperienza stadio e le produzioni della Inter Media House da un lato”, e il ricorso a “business practice innovative dall’altro”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mondiali, vademecum Federcalcio argentina per agganciare donne russe, per dirigenti e giornalisti

L’Inter lancia la serie ‘Welcome’, ospite Oldani

We Race, il fumetto digitale firmato Scuderia Ferrari