Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Condividi

Nel 2017 Facebook ha raddoppiato le spese in attivita’ di lobbying in Europa. La cifra e’ passata da 1,2 milioni di euro del 2016 ai 2,5 milioni dello scorso anno. Lo rivela LobbyFacts.eu, che traccia i fondi che compagnie e associazioni sborsano per influenzare le istituzioni comunitarie. Alla fine del 2015, Facebook sembrava essere molto meno interessata all’argomento: la spesa era stata inferiore ai 500 mila euro. La spinta normativa, tra privacy, fake news, ingerenze russe e web tax, avrebbe quindi indotto Menlo Park a un maggiore impegno. Nel 2017 ha infatti allargato lo staff dei suoi lobbysti, passati da 10 a 15.

La crescita della spesa e’ un indice di quanto Facebook, un tempo poco “interventista”, abbia cambiato la propria strategia. Tuttavia va anche detto che si tratta di importi (usati per pagare staff, consulenze, uffici e servizi) contenuti se confrontati con i bilanci della societa’ e, soprattutto, in linea con l’impegno economico di altri grandi gruppi tecnologici. Google ha speso 5,5 milioni di euro; Microsoft 4,7; Ibm 2 milioni.
La spesa di Facebook, pero’, non racconta fino in fondo quanto sia stata intensa la sua attivita’. Lo staff della societa’ ha infatti avuto 89 incontri con esponenti della Commissione europea. Solo altre 12 organizzazioni (tra le quali c’e’ Google, con 183 meeting) hanno avuto una frequentazione piu’ assidua. (AGI)