Solidarietà da Fnsi, Usigrai e Odg agli inviati di ‘Nemo’ aggrediti

Condividi

La Federazione nazionale della Stampa italiana, l’Usigrai e il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti “esprimono vicinanza e solidarietà ai colleghi della troupe di ‘Nemo – Nessuno escluso’, insultati e aggrediti questa mattina dai familiari di Casamonica durante l’arresto di Antonio Casamonica e di Alfredo Di Silvio, a Roma”.

“Nessuna ‘testata’ a nessun cronista potrà impedire ai giornalisti di garantire ai cittadini il diritto ad essere informati su quello che accade nelle loro città”, hanno scritto nella nota, ribadendo come non possano esistere “‘terre di nessuno’ né tantomeno periferie dimenticate dai media, il cui ruolo è quello di illuminare i covi dove si annida il malaffare”.

Sull’episodio, che ha coinvolto l’inviato della trasmissione Nello Trocchia e il filmaker Giacomo Del Buono, sono intervenuti anche i vertici di Viale Mazzini. “Ancora un’aggressione nei confronti di una trasmissione Rai impegnata a raccontare gli sviluppi giudiziari di un grave fatto di cronaca consumato a Roma”, hanno rilevato la presidente Rai Monica Maggioni e il direttore generale Mario Orfeo, esprimendo solidarietà e sostegno da parte dell’azienda. “Nessuna intimidazione potrà mai fermare il racconto della realtà che la Rai quotidianamente offre agli italiani”.