Gambizzata una giornalista in Montenegro. Secondo attentato in un mese

Condividi

Gambizzata una giornalista in Montenegro. Olivera Lakic, giornalista del quotidiano Vijesti, stava uscendo di casa dalla sua abitazione a Podgorica quando è stato esploso un colpo d’arma da fuoco che l’ha ferita alla gamba destra. Tre uomini, compreso l’attentatore, sono stati visti allontanarsi. Portata in ospedale, Lakic è fuori pericolo. Si tratta, fa notare il Guardian, del secondo attacco a un giornalista nell’ultimo mese in Montenegro.

Il primo ministro Duško Marković ha condannato l’attentato e dichiarato che urgono “celeri ed efficienti indagini”. Il direttore Mihailo Jovović è “senza parole, per quanto tempo queste cose sono destinate ad accadere? Molte delle storie che ha scritto non sono state oggetto di indagini da parte delle autorità. Per quanto tempo ancora dovremo vivere con la paura di questi codardi?”.

Lakic, ricorda il Guardian, si era già occupata di inchieste, come quella contro una fabbrica di tabacco che, sei anni fa, erano state seguite da un primo attacco, tanto che le era stata assegnata una scorta. Ad aprile, invece, una bomba è stata fatta esplodere nei pressi dell’abitazione di un noto giornalista nella cittadina di Bijelo Polje.

La solidarietà dell’Fnsi.