Juve-Milan quasi da record e in seconda serata Vespa vince facile. Gruber doppia Brindisi

Condividi

Un buon viatico per la Rai, che ha appena ricomprato i diritti tv del torneo del prossimo triennio. La finale di Coppa Italia, Juventus-Milan in onda su Rai 1, vinta per quattro a zero dai bianconeri, che hanno fatto tutti i gol nel corso del secondo tempo, ha ottenuto 10,583 milioni di spettatori e il 39,22% di share.

Il match dell’Olimpico ha conseguito 11,069 milioni di spettatori e 39,65% di share nella prima frazione di gara e 10,088 milioni e il 38,76% di share nella seconda. In pratica a risultato acquisito, quasi un milione di persone ha cambiato o spento. Il picco assoluto di ascolti si è registrato alle 21.36 con 11,7 milioni di spettatori ed il 41,3% di share. Un bilancio, quello di ieri, che in termini di ascolti è migliore di quello delle ultime edizioni (il record è quello del 2012, quando Juventus-Napoli aveva ottenuto 11,586 milioni di spettatori con il 42,44%). L’anno scorso Juventus-Lazio aveva incassato 10,3 milioni di spettatori ed il 39,4% di share; mentre l’anno prima Juve-Milan aveva portato a casa 8,4 milioni di spettatori ed il 38,1% di share.

Inevitabile che la facile predizione di risultati a sensazione del calcio abbia prodotto una contro programmazione difensiva di tutte le altre reti.

Sul secondo gradino del podio è salita Federica Sciarelli, storicamente resistente al calcio, che ha ottenuto 2,365 milioni ed il 10,2% con ‘Chi l’ha visto?’ sulla terza rete.

Questa invece la graduatoria dei film on air presenti su tutte le altre principali reti: su Canale 5 ‘Tutte contro di lui’ ha avuto 2,3 milioni di spettatori e il 9,6%; su Rai2 ‘Quel mostro di suocera’ 1,582 milioni di spettatori e il 6,21%; su Italia 1 ‘La Mummia-La tomba dell’imperatore Dragone’ 1,064 milioni di spettatori e il 4,4%, su La7 ‘I cento passi’ 771mila spettatori e il 3%, su Rete4 ‘Frantic’ 662mila spettatori e il 2,8%.

Più vivace, così, è stata la competizione in access ed in seconda serata tra i talk politici, con il tema del governo Lega/5Stelle in fieri a tenere accesso l’interesse.

Trainato dal calcio, Bruno Vespa non ha fatto fatica a stravincere in nottata. ‘Porta a Porta’,  con Virman Cusenza, Pietro Senaldi e Lina Palmerini prima parte e poi con un finale di costume, ha ottenuto 1,554 milioni di spettatori e il 14,75%. Dietro è arrivato ‘Linea Notte’, con Maurizio Mannoni che ‘spinto’ dalla Sciarelli ha conseguito ben 859mila spettatori e il 10,16%. Staccato è arrivato Nicola Porro. ‘Matrix’, con Giuseppe De Filippi, Vittorio Sgarbi, Alessandro Giuli, Alessandro Banfi ad affrontare i temi caldi della politica, ha totalizzato 558mila spettatori con il 7,66%.

In access, pur con il calcio a disturbare, non sono cambiati gli equilibri. Su la7 ‘Otto e mezzo’, con Massimo Cacciari, Alessandro Sallusti e Massimo Giannini ospiti di Lilli Gruber, ha avuto ben 1,8 milioni di spettatori e il 6,94%; su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Paolo Liguori in litigio in diretta con Antonio Polito (che ha lasciato il programma) e quindi Simona Bonafè, Laura Tecce e Giorgio Mulè tra gli altri ospiti di Giuseppe Brinidisi e Veronica Gentili, ha raccolto solo 894mila spettatori e 3,45% di share.