Vodafone, Vittorio Colao lascia, al suo posto il Cfo Nick Read. Ricavi da servizi +1,2%, Ebtda +4,6%

Condividi

Cambio ai vertici di Vodafone. Dopo 10 anni il ceo Vittorio Colao lascerà la guida del colosso delle tlc dal prossimo primo ottobre. Ad annunciarlo una nota della società, nella quale viene comunicato che a prendere il suo posta sarà Nick Read, dal 2014 direttore finanziario del gruppo.

La notizia dell’uscita di Colao arriva a pochi giorni di distanza dall’acquisizione ‘monstre’ delle attività via cavo in Germania di Liberty Global plc per 22 miliardi di dollari, in una mossa destinata a ridisegnare il profilo del gigante delle tlc.

“Ora è il momento giusto per iniziare la transizione”, ha dichiarato Colao in una conferenza telefonica con i cronisti. “Quello che Vodafone sta iniziando a scrivere è un capitolo completamente nuovo, dopo l’India (dove ha fuso le sue attività con Idea Cellular, ndr), dopo Liberty, con la grande strada della convergenza. Sarà il momento giusto per iniziare con un nuovo team di manager dedicati”.

Vittorio Colao (foto ANSA / MATTEO BAZZI)

Il gruppo intanto ha segnalato di aver chiuso l’esercizio fiscale a fine marzo con un utile di 2.788 milioni euro (da -6.079 dell’esercizio precedente). I ricavi scendono del 2,2% a 46.571 milioni. Il dividendo per azione va a 10,23 cent, in crescita del 2%. Gli utili operativi del gruppo balzano del 15,4% a 4,3 miliardi. Quanto al calo dei ricavi, sottolinea la società, è primariamente dovuto all’uscita dal perimetro di consolidamento di Vodafone Olanda. Per il 2019 le ‘guidance’ indicano una crescita del margine operativo organico e normalizzato tra l’1 e il 5%.

“Nel prossimo anno ci attendiamo di sostenere la crescita degli utili nonostante un nuovo concorrente in Italia e la pressione competitiva in Spagna, con una crescita sostenuta per il terzo anno consecutivo dai minori costi operativi netti”, ha spiegato ancora il manager. Il nostro obiettivo principale continua a essere di accelerare il programma ‘Digital Vodafone’, che riteniamo sia un’opportunità unica per migliorare l’esperienza dei nostri clienti, generare valore incrementale e migliorare l’efficienza dei costi”.

Chi è Vittorio Colao (nella scheda del gruppo tlc)
In 10 anni Colao ha percorso più di 1.250.000 miglia su British Airways, e percorso 50.000 chilometri in bicicletta. E’ il manager che da più tempo è alla guida di una grande multinazionale nel settore delle Tlc. Un italiano – tra i più ammirati CEO al mondo – alla guida di una multinazionale britannica per 10 anni: Vodafone capitalizza oggi in borsa oltre 53 miliardi di sterline. Ha trascorso 20 anni in Vodafone, 14 anni come Board Member, e 10 anni come CEO. Da quando ha assunto il ruolo di CEO del Gruppo Vodafone:
· il prezzo delle azioni Vodafone era 135p, ieri ha chiuso a 207p
· Il numero dei clienti era 269 milioni, oggi e’ di 536 milioni – cui si aggiungono 19,7 milioni di clienti banda larga
· Ha realizzato il maggiore ritorno sull’investimento nella storia, con la cessione della partecipazione finanziaria del 45% a Verizon Wireless per 130 miliardi di dollari – di cui 83 miliardi restitutiti agli azionisti
· Ha ceduto 116 miliardi di euro di partecipazioni di minoranza
· Ha investito 81 miliardi di euro di capex + 20 miliardi per le frequenze, equivalenti a 101 miliardi
· Ha acquisito 49 miliardi di euro di business Nel periodo in cui ha guidato il Gruppo Vodafone, sono stati pagati 50 miliardi di dividendi ordinari, 60 miliardi di dividendi straordinari, oltre a 11 miliardi di buyback, per un totale di 121 miliardi

Nei 10 anni ha avviato una totale trasformazione del Gruppo:
– da operatore mobile, oggi Vodafone è un operatore leader globale e convergente, con servizi di telefonia broadband, mobile e TV
– e’ il più grande operatore mobile e di linea fissa NGN in Europa;
-La divisione Enterprise (Aziende) genera circa un terzo dei ricavi del Gruppo
– È leader mondiale nell’IoT (Internet of Things)

Il comunicato Vodafone su Colao 

1 October 2018, Vittorio Colao will be succeeded by Group Chief Financial Officer Nick Read. At the date of the Group’s Annual General Meeting on 27 July 2018, Deputy CFO Margherita Della Valle will succeed Nick Read as Group Chief Financial Officer and will join the Board, and Nick Read will become Group Chief Executive-Designate.
Vittorio Colao was appointed Group Chief Executive in July 2008. During the decade under his leadership, Vodafone has been transformed from a consumer-focused 2G/3G mobile operator to one of the world’s leading converged communications companies with a diverse portfolio including the largest mobile and fixed next-generation network in Europe, a significant international enterprise division, and global leadership in the ‘Internet of Things’. Over the last ten years, he has overseen a strategic reshaping of the Group, exiting minority shareholdings to focus on controlled and co-controlled assets while growing mobile customer numbers from 269 million to 536 million (plus 19.7 million broadband customers) over 25 countries, including significant businesses in India, Egypt, Turkey and
across Africa.
Nick Read was appointed Group Chief Financial Officer and joined the Vodafone Group Plc Board in April 2014. He was previously the Group’s Chief Executive for the Africa, Middle East and Asia Pacific region and served as a board member of a number of Vodafone’s emerging markets subsidiaries including Vodacom Group and Vodafone India.
He joined Vodafone in 2001 as Vodafone UK Finance Director before being appointed Vodafone UK Chief Commercial Officer then Vodafone UK Chief Executive. Prior to joining Vodafone, Nick Read held senior global finance positions with United Business Media Plc and Federal Express World ide. He is a Fellow Chartered Management Accountant and a Chartered Global Management Accountant with a BA (Hons) in Accounting and Finance. He has also been nominated for election to the board of Booking Holdings, Inc., effective June 2018.
Margherita Della Valle was appointed Deputy Group Chief Financial Officer in 2015. She was previously Group Chief Financial Controller, Chief Financial Officer for the Europe region, and Chief Financial Officer for Vodafone Italy. She joined Omnitel Pronto Italia – which later became Vodafone Italy – in 1994 and held various consumer marketing positions in business analytics and customer base management before moving to finance. Margherita Della Valle has a Masters in Economics from Bocconi University and is also a Non-Executive Director on the board of  Centrica plc.

Bilancio Vodafone

Vodafone Italia chiude l’anno fiscale al 31 marzo 2018 con ricavi, EBITDA, e clienti 4G e fibra in crescita.

Nell’anno, i ricavi da servizi hanno raggiunto 5.302 milioni di euro (+1,2% di crescita organica rispetto all’anno precedente), grazie in particolare al segmento fisso trainato da un forte incremento della base clienti.

L’EBITDA cresce del 4,6%, grazie alla performance commerciale e all’ottimizzazione della struttura dei costi, e si attesta a quota 2.329 milioni di euro (pari al 37,5% dei ricavi totali), in aumento di 1 punto percentuale rispetto al precedente anno fiscale.

I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 992 milioni di euro (+12,4%). Continua la crescita dei clienti di rete fissa con 2,74 milioni di clienti, di cui 2,5 milioni in banda larga in crescita del 14% (+307.000). I clienti in fibra hanno raggiunto quota 1,1 milioni, con una crescita di 500.000 clienti nell’anno fiscale.

Cresce il numero di clienti 4G che raggiunge quota 12,2 milioni (+3,2 milioni rispetto all’anno precedente).
Nell’anno Vodafone ha lanciato la prima rete mobile 4.5G fino a 1 Gigabit al secondo nelle città di Roma, Napoli e Palermo. La rete mobile 4.5G è disponibile in 10 città: Firenze, Palermo, Milano, Verona, Torino, Bologna, Napoli, Roma, Genova e Padova, mentre la rete 4G raggiunge il 98% della popolazione in 7.139 comuni.

La rete mobile Vodafone è stata recentemente riconosciuta la miglior rete mobile d’Italia per qualità dei servizi voce e dati, sulla base dell’ultima indagine effettuata in Italia da P3 Communications, società leader nel mercato dei test comparativi sulle reti mobili.

Ad agosto 2017 Vodafone si è aggiudicata l’autorizzazione per la sperimentazione del 5G a Milano e area metropolitana, con un piano di investimenti da 90 milioni di euro. Vodafone coprirà con il 5G l’80% di Milano e area metropolitana e ne completerà la copertura entro il 2019.
Vodafone ha effettuato a Milano la prima connessione dati in 5G in Italia, raggiungendo velocità di download superiori a 2,7 Gigabit al secondo, con latenza di poco superiore al millisecondo. Inoltre ha sperimentato la prima tecnologia al mondo che permette di estendere la copertura 5G attraverso la tecnica del uplink & downlink decoupling.

I servizi in fibra sono disponibili in più di 1.500 città italiane e raggiungono 16,7 milioni di famiglie e imprese. Ad aprile 2018, è stata siglata una estensione della partnership con Open Fiber che consentirà di offrire servizi in fibra fino alla casa (FTTH) in 271 città, pari a 9,5 milioni di famiglie e imprese entro il 2022.

Tra le diverse iniziative commerciali Vodafone ha lanciato l’offerta convergente ‘Vodafone One’, che include Fibra e 4.5G e può essere arricchita con i contenuti della Vodafone TV e ‘Vodafone Shake Remix’, la prima offerta personalizzabile che consente di creare il proprio mix di Giga, minuti e SMS. Il programma di loyalty ‘Vodafone Happy’ ha superato i 6,5 milioni di iscritti.
A novembre Vodafone è entrata nel mercato IoT consumer con il lancio della nuova piattaforma ‘V by Vodafone’.

Per rendere sempre più semplici e intuitive le interazioni digitali con i propri clienti, Vodafone ha introdotto l’assistente digitale TOBi, basato su reti neurali che ha superato le 800mila interazioni mensili. Sono oltre 140 milioni i punti di contatto con i clienti attraverso i diversi canali di assistenza (call center, negozi, sito Vodafone, App My Vodafone, TOBi, e social). Il 94% delle interazioni avvengono oggi attraverso i canali digitali, con la App My Vodafone che è diventata il principale canale di assistenza con oltre 100 milioni di visite al mese.