Mediaset: utili e ricavi in calo nel primo trimestre. Tiene la raccolta pubblicitaria

Condividi

Nel primo trimestre dell’anno Mediaset ha registrato un utile di 3,5 milioni rispetto ai 15,8 dello stesso periodo del 2017 mentre i ricavi sono a quota 860 milioni contro i precedenti 889 milioni. In particolare, i ricavi nel terzo trimestre in Italia sono stati pari a 631 milioni rispetto ai 649 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. In Spagna i ricavi ammontano a 229 milioni rispetto ai 240 del 2017. “I ricavi risentono in entrambi paesi del rallentamento del mercato pubblicitario: in Italia – spiega in una nota il gruppo di Cologno – i ricavi pubblicitari televisivi lordi hanno raggiunto i 505 milioni rispetto ai 512 milioni dei primi tre mesi 2017, un andamento in linea con quello del mercato pubblicitario totale del trimestre”. Mercato in calo nel periodo anche in Spagna, dove i ricavi pubblicitari televisivi lordi Mediaset si sono attestati a 224 milioni rispetto ai 235 milioni dell’esercizio precedente.

La sede Mediaset a Cologno Monzese (foto Primaonline)
La sede Mediaset a Cologno Monzese (foto Primaonline)

L’indebitamento finanziario netto del gruppo è diminuito a 1.377 milioni rispetto ai 1.392,2 milioni del 31 dicembre scorso, mentre i costi operativi complessivi (costi del personale, costi per acquisti, servizi e altri oneri, ammortamenti e svalutazioni di diritti e di altre immobilizzazioni) ammontano a 806 milioni rispetto agli 813 del primo trimestre 2017.
Il risultato prima degli oneri finanziari è pari a 53 milioni rispetto ai 76 del primo trimestre 2017 e in Italia, in particolare, l’Ebit è negativo per 9,8 milioni rispetto ai 0,6 milioni del pari periodo 2017. In Spagna il dato è positivo per 63,6 milioni rispetto ai 76,8 del primo trimestre dello scorso esercizio. La generazione di cassa caratteristica (free cash flow) di gruppo è stata pari a 36,3 milioni. Nel corso del trimestre sono stati sostenuti esborsi per 21 milioni da parte della controllata EI Towers per investimenti in aggregazioni di impresa.

Nei primi tre mesi 2018 le reti Mediaset confermano “una netta leadership sul target commerciale sia in Italia sia in Spagna. In Italia, Mediaset è leader sul target commerciale 15-64 anni con il 34,1% di share nelle 24 ore. Da segnalare su tale target il primo posto di Canale 5 e il terzo posto di Italia 1 in tutte le fasce orarie. In Spagna, le reti Mediaset España mantengono la leadership assoluta nelle 24 ore con il 27,9% di share. Telecinco si conferma rete spagnola più vista nel totale giornata (13,2%)”.

Nei primi quattro mesi del 2018 la raccolta pubblicitaria del gruppo in Italia – spiega Cologno – “evidenzia un andamento sostanzialmente allineato a quella dello stesso periodo dell’anno precedente”. Le previsioni attuali per il mese di maggio proiettano la raccolta pubblicitaria dei primi cinque mesi dell’anno in leggera crescita rispetto al pari periodo 2017.

“L’andamento è stato in linea a quello del mercato pubblicitario totale del trimestre. La quota di mercato è rimasta stabile”, ha aggiunto Matteo Cardani, general manager marketing di Publitalia, commentando la presentazione dei risultati del primo trimestre 2018 di Mediaset.

Nella nota Mediaset segnala inoltre che il consiglio di amministrazione proporrà alla prossima assemblea degli azionisti il rinnovo della delega per l’acquisto di azioni proprie fino a un massimo del 10% del capitale (al momento il Biscione ne detiene il 3,787%). La delega potrà essere utilizzata per “disporre di azioni da cedere in attuazione di piani di compensi con assegnazione, a titolo oneroso o gratuito, di azioni della società in favore di esponenti aziendali, dipendenti e/o collaboratori del gruppo (quali piani di stock grant, di stock option e, più in generale, piani azionari e piani in strumenti finanziari scambiabili con azioni della società); effettuare operazioni di negoziazione e copertura; effettuare operazioni d’investimento di liquidità”, conclude Mediaset.

Dalle slides di presentazione, segnala poi l’agenzia Ansa, si ricava che i ricavi di Mediaset Premium nel primo trimestre dell’anno sono stati di 137 milioni rispetto ai 151 dello stesso periodo del 2107, con un calo del 9%. Per i prossimi mesi il Biscione in generale si attende una spinta ai ricavi dal recente accordo con Sky e dalla trasmissione in esclusiva integrale dei Mondiali di calcio in Russia. Sui conti complessivi del primo trimestre pesa un rallentamento della raccolta pubblicitaria anche legata alle elezioni in Italia, con la Spagna che non ha dato il solito contributo ai conti del gruppo.