Sky Italia riorganizza il management. Per la pay in arrivo anche contenuti sul dtt e rilancio di Now Tv

Sky Italia sta imprimendo una forte accelerazione alla crescita del suo business di Media Company che opera su tutte le piattaforme con modelli di business differenti.Grazie alla sua strategia multipiattaforma, già dal prossimo mese una selezione dei contenuti Sky sarà disponibile sul digitale terrestre e presto tutta l’offerta pay, oltre che via satellite, verrà distribuita anche sulla rete a banda larga.

Andrea Zappia

Andrea Zappia

Allo stesso tempo, spiega il gruppo,  i contenuti pay si rafforzano sempre di più – come conferma il recente accordo con Mediaset e, prim’ancora, quello che il Gruppo Sky ha siglato con Netflix – e si stanno sviluppando nuovi modelli di business, a partire dall’imminente rilancio dell’internet Tv di Sky, Now Tv, e dal lancio previsto per l’estate prossima del servizio via fibra che si avvarrà dell’infrastruttura ultrabroadband di Open Fiber, grazie all’accordo siglato con l’operatore wholesale.
Questa estensione delle aree di business rappresenta per Sky un’evoluzione senza precedenti e verrà accompagnata da un importante rafforzamento organizzativo in grado di supportare queste nuove sfide.

Sky Italia, quindi, annuncia oggi una serie di nuove nomine al vertice che confermano l’attitudine dell’azienda a far crescere internamente i suoi migliori talenti.

L’area Marketing & Sales, che in questi anni ha ampliato il suo raggio d’azione, verrà riorganizzata in due diverse aree per garantire la massima focalizzazione sugli obiettivi e verranno affidate a due manager di talento.

Francesco Calosso è stato nominato Chief Marketing Officer. Avrà la responsabilità di tutte le attività che vanno dalla costruzione della strategia alla definizione e all’implementazione del piano di marketing, con l’obiettivo di focalizzarsi su ciò che ha più valore per la nostra crescita.

Daniele Ottier, che in questi anni ha guidato Sky Media facendo crescere progressivamente i suoi ricavi, è stato nominato Chief Commercial Officer, con la responsabilità di tutte le attività legate alla net growth e alla crescita dell’ARPU e la sua area comprenderà anche Business Bar & Hotel.

La focalizzazione e lo sviluppo di sinergie tra ambiti che hanno una naturale propensione all’integrazione è il criterio con cui nasce una nuova area che unirà in un’unica struttura le attività di Sky Media e quelle del Digital Hub.

La guida di questa nuova area verrà affidata a Giovanni Ciarlariello che, dopo aver svolto un ottimo lavoro nel ruolo di EVP Digital & Operations, assumerà quello di Chief Media, Digital & Data Officer, accorpando sotto la sua responsabilità le attività digital e quelle della nostra concessionaria, in modo da garantire il massimo focus sulla seconda area di ricavi dell’azienda rappresentata dall’advertising e favorire tutte le potenziali integrazioni con il Digital Hub, importante ambito di sviluppo per Sky.

Questa nuova organizzazione porta a un’estensione delle responsabilità di Domenico Labianca che è stato nominato Chief Operating Officer. Alle attuali responsabilità Finance, Domenico Labianca, aggiungerà infatti quelle relative alle Operations, con le aree di Customer Care, Customer Journey Design & Supply Chain e Customer Experience, nell’ottica di rinnovare il modello operativo dell’azienda per accrescerne l’efficienza e la qualità del servizio al cliente, puntando sulla semplificazione e su ciò che genera più valore per gli abbonati. In questo nuovo ruolo, Domenico Labianca potrà contare su Brett Aumuller, che assumerà il ruolo di Chief Financial Officer a suo diretto riporto.

Con l’obiettivo di gestire l’ingresso di Sky in una nuova strategica area di business Pietro Maranzana assumerà il ruolo di Chief Broadband Officer. Pietro Maranzana ha finora guidato il Marketing & Sales e vanta una grande esperienza manageriale nel Gruppo, dove ha sviluppato competenze nell’area Finance, Operations e Marketing & Sales, definendo così un profilo ideale per il lancio di una grande opportunità di sviluppo per Sky nel lungo periodo.

Questi cambiamenti vanno a rafforzare l’attuale squadra di top management a diretto riporto di Andrea Zappia che comprende Andrea Scrosati, EVP Programming, Umberto Angelucci Chief Technology Officer, Davide Tesoro Tess EVP Strategy & Business Development, Riccardo Pugnalin EVP Communication & Public Affair, Francesca Manili Pessina EVP Human Resources, Luca Sanfilippo EVP & General Counsel ed Elia Mariani, recentemente nominato alla guida di NOW TV, la internet TV di Sky.

“Grazie agli accordi strategici delle ultime settimane, Sky ha dato basi certe alla sua crescita, ha esteso il profilo del suo business e completato la sua trasformazione in Media Company multipiattaforma con più modelli di business” – ha commentato Andrea Zappia, Amministratore Delegato di Sky Italia. “Ora abbiamo creato i presupposti organizzativi per trasformare tutto questo in opportunità concrete. Nel farlo possiamo contare come sempre sulla qualità del nostro management, sull’investimento continuo nella crescita dei nostri talenti interni e sull’entusiasmo con cui in Sky sappiamo affrontare il cambiamento. Questo nuovo assetto organizzativo è ispirato da un modello dileadership diffusa, che ci permetterà di prendere decisioni con rapidità e di guidare ogni area con grande determinazione. La crescita è il nostro focus e questa nuova organizzazione ha questo scopo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

A Trenitalia fa gola la Coppa Italia. Trattative in corso per diventare title sponsor

Cda Rai: il Parlamento elegge i consiglieri Borioni e Coletti (Senato), De Biasio e Rossi (Camera) – CHI SONO

Jeff Bezos è l’uomo più ricco di tutti. Il suo patrimonio supera persino di quello di Bill Gates nel ’99