Fnsi: rinnovo del contratto giornalistico e lavoro regolare sono priorità

“Il mercato dell’informazione è ancora in profonda trasformazione e alla ricerca di nuovi modelli di business. In un quadro generale in cui permangono incertezze e zone d’ombra, rappresentano sicuramente un’inversione di tendenza i dati sulla crescita dei ricavi pubblicitari e il miglioramento del margine operativo lordo fatti registrare da importanti gruppi editoriali. È per questo auspicabile che alla giustificata soddisfazione manifestata dagli editori faccia seguito una nuova stagione di confronto a tutto campo”. Lo ha detto Raffaele Lorusso, segretario generale della Federazione nazionale della Stampa italiana, intervenendo alla conferenza nazionale del lavoro autonomo svoltasi oggi a Roma nella sede federale.

Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi (Foto Ansa/Fabio Frustaci)

“Dopo la fase dei tagli, talvolta ingiustificati, all’occupazione e al costo del lavoro – ha aggiunto Lorusso – occorre tornare a discutere di investimenti, informazione di qualità e, soprattutto, lavoro regolare. Servono volontà e coraggio. La Fnsi è disponibile ad un confronto a tutto campo che metta al centro contratto di lavoro da rinnovare, leggi di sistema da riscrivere e nodi cruciali da sciogliere, a cominciare dalla regolamentazione del mercato pubblicitario e dal ruolo dei cosiddetti over the top”.

“Quando, in sfregio alle leggi e ai contratti, gli editori comunicano senza alcun tipo di confronto il taglio unilaterale dei compensi dei collaboratori”, hanno ricordato il presidente e il coordinatore della Commissione nazionale lavoro autonomo della Fnsi, Mattia Motta e Maurizio Bekar, “ad essere sotto attacco sono la libertà di stampa e soprattutto il diritto dei cittadini di quei territori di essere informati da giornalisti tutelati e non sfruttati”.

“Una nuova stagione di organizzazione del lavoro autonomo e di vertenze, collettive e individuali – hanno aggiunto – va portata avanti con decisione. Queste sono alcune delle priorità per riportare la dignità del lavoro dei giornalisti non dipendenti al centro della discussione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali