Tim: Genish, pieno sostegno del nuovo Cda al piano. “Non preoccupa contratto Lega-M5S”

“Durante il primo incontro con il Cda c’e’ stata una dichiarazione chiara del presidente a sostegno del piano e del management”. Lo ha affermato l’ad di Tim Amos Genish nel corso della conference call dopo il cambio del board a seguito dell’assemblea. Il sostegno, ha aggiunto, “c’e’ e sono tranquillo per il futuro e faremo quello che c’e’ da fare”. Genish ha aggiunto che c’e’ stato con il board “un confronto sulla strategia. E’ stato un ottimo inizio – ha detto – continueremo in questo modo e sono ottimista per il futuro”.

Amos Genish (Ansa)

Amos Genish (Ansa)

Nel primo trimestre “abbiamo gia’ raggiunto il 27% degli obiettivi del piano di trasformazione”. ha aggiunto l’ad di Tim nella conference call. “Avremo numeri piu’ interessanti mano a mano che ci addentriamo nel secondo semestre e all’inizio del 2019”.

Nella bozza del contratto di governo messo a punto da Lega-M5S “c’e’ una parte che riguarda le infrastrutture, ma non abbiamo visto niente di importante sul settore delle tlc e sulla nostra azienda”. Lo ha dichiarato inoltre Genish. “Non sappiamo – ha aggiunto – quale politica sara’ effettivamente applicata ma e’ anche interesse del futuro governo lasciare che il mercato si evolva nel modo migliore possibile e permettere che vadano avanti gli investimenti delle aziende per far avanzare le infrastrutture e l’Italia. Non sono preoccupato”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali