De Puyfontaine: Vivendi vigile su attuazione piano Tim. Preoccupati da governance

Vivendi resterà “estremamente vigile” per assicurare che il piano industriale 2018-2020 di Telecom Italia presentato da Amos Genish possa essere “attuato nella sua interezza”. A ribadirlo Arnaud De Puyfontaine, presentando i conti della media company francese, a pochi giorni dalla vittoria di Elliott nell’assemblea degli azionisti della telco.

Arnaud de Puyfontaine, CEO di Vivendi e Presidente di Telecom (Foto Ansa/Riccardo Antimiani)

De Puyfontaine, che si è detto soddisfatto per la conferma di Amos Genish alla guida di Tim, ha confermato l’impegno di lungo termine della media company francese in Telecom Italia e ha ribadito che prenderà le necessarie misure per preservare il suo valore ed evitare lo “smantellamento”.

“Il rischio di smantellamento e di una governance che non tenga conto degli interessi degli azionisti, può indurre Vivendi a considerare, come consentito dalla legge, di richiedere la convocazione di un’Assemblea per proporre la riorganizzazione del Consiglio di amministrazione”, ha spiegato nello specifico la media company, che non nasconde la sua preoccupazione per la governance uscita dall’assemblea dello scorso 4 maggio

Sul fronte dei conti il gruppo francese ha annunciati di aver chiuso il primo trimestre con un aumento dei ricavi del 16%, saliti da 2,68 a 3,11 miliardi di euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Milan: Paolo Scaroni nominato presidente. Sarà anche amministratore delegato ad interim

Rai, lunedì la ratifica del nuovo Cda. A seguire ad e presidente designati dal Consiglio dei ministri

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram