Carlo Perrone confermato presidente dell’European Newspaper Publishers’ Association

L’Enpa, l’European Newspaper Publishers’ Association che rappresenta gli editori di giornali e mezzi di informazione in Europa, ha annunciato oggi la rielezione di Carlo Perrone alla carica di presidente, insieme a Bruno Pachent e Valdo Lehari jr. come vicepresidenti.

Carlo Perrone

“È un grande onore per me oggi essere rieletto presidente dell’Enpa, che sin dalla sua creazione nel 1961 difende con forza la libertà di stampa, l’indipendenza editoriale e garantisce che tutti i cittadini europei partecipino al dibattito democratico”, ha dichiarato Perrone, durante l’assemblea dell’associazione che si è svolta oggi a Bruxelles. “Questi valori devono rimanere al centro delle priorità europee e nazionali, specialmente in un momento in cui l’Europa sta affrontando molte sfide, economiche, sociali e politiche”.

Carlo Perrone, presidente Enpa dal 2016, è membro del consiglio di amministrazione di Gedi Gruppo Editoriale S.p.A e membro del Comitato di Presidenza della Fieg, la Federazione Italiana Editori di Giornali. Bruno Pachent, vicepresidente dell’Enpa dal 2016, è direttore esecutivo di Média Sud Europe. Valdo Lehari jr.,vicepresidente dal 2014, è amministratore delegato e editore di Reutlinger General-Anzeiger Verlag in Germania.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Agcom: multa da 2,4 milioni a Sky per il pacchetto Calcio. La pay annuncia ricorso al Tar: agito nel rispetto delle norme

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Stati generali editoria: circa 800 risposte alla consultazione pubblica. Libertà, tutela minori e privacy i temi meno sentiti. Vincono i soldi

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva

Copyright, ricorso della Polonia alla Corte Ue contro la direttiva: rischio censura preventiva