Amazon mette le mani sulla Premier League: venti gare l’anno in Uk per tre stagioni

Le partite della Premier League saranno trasmesse in diretta online in Gran Bretagna per la prima volta dopo che Amazon si è aggiudicato i diritti su uno dei pacchetti di trasmissione rimanenti, per 90 milioni di sterline, pari a poco più di 102 milioni di euro.

Jeff Bezos, founder di Amazon (foto Olycom)

La società fondata da Jeff Bezos, riferisce l’Adnkronos, mostrerà 20 partite a stagione come parte di un accordo triennale a partire dalla stagione 2019-20. I primi cinque pacchetti dei diritti tv nel Regno Unito sono stati assegnati a febbraio, quattro a Sky Sports e uno a Bt Sport. La stessa emittente si è aggiudicata oggi altre 20 partite.

Nello specifico Amazon potrà trasmettere in streaming le 10 partite che si giocheranno durante una festività nazionale (”bank holiday”) e altre dieci che saranno giocate in turni infrasettimanali.

Amazon, ricorda l’Adnkronos, si è aggiudicata ad aprile i diritti esclusivi di trasmissione nel Regno Unito degli Us Open di tennis e le sfide della Nfl in Europa.

In totale, Sky Sports farà vedere 128 partite e BT Sport manderà in onda 52 partite a stagione nell’affare triennale, mentre 20 andranno online con Amazon, dove la Premier League entrerà nel servizio Prime.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dazn, primo accordo extra-televisivo: Serie A in streaming ai clienti Tim

Nasce Foglio Sportivo, settimanale dedicato allo sport “totally unnecessary”

Tennis, nuovo format per la Davis: come il mondiale, super spettacolo tv