Il concertone per Pino Daniele batte la Hunziker. Bene Formigli e Gruber ma con ascolti quasi ‘normali’

Condividi

Cinque ore di diretta – con tante radio nazionali che ripetevano e arricchivano la trasmissione del concerto su Rai1 – sono tante. E il pathos, la commozione, la tensione artistica e quella del pubblico a casa non potevano durare per tutto l’arco temporale. Anche se per ‘Pino è’ sul palco montato al San Paolo di Napoli, pieno zeppo di tifosi di Pino Daniele, sono salite tante stare della musica nostrana. Chi più, chi meno ispirato. L’ordine alfabetico mette in lista Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Enrico Brignano, Enzo Decaro, Francesco De Gregori, Tullio De Piscopo, Elisa, Emma, Tony Esposito, Pierfrancesco Favino, Mrco Giallini, Giorgia, J-Ax, Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ron, Tiromancino, Giuliano Sangiorgi, James Senese, Antonello Venditti, Gigi De Rienzo, Rosario Jermano, Agostino Marangolo, Ernesto Vitolo, Loredana Bertè, Clementino, Teresa De Sio, Enzo Gragnaniello, Irene Grandi, Il Volo, Edoardo Leo, Marcus Miller, NCCP – Nuova Compagnia Di Canto Popolare, Giorgio Panariello, Raiz, Massimo Ranieri, Red Canzian, Francesco Renga, Vincenzo Salemme, Alessandro Siani, Paola Turci, Ornella Vanoni.

Ma lo spettacolo comunque è stato realmente denso e – in alcuni momenti – intenso ed emozionante. Gli ascolti? Buoni: l’anteprima dalle 21.46 alle 21.22 a 3,885 milioni e 16,76%; la prima parte dalle 21.28 alle 23.40 a 3,8 milioni ed il 18,21%; la seconda parte, notturna, tra le 24.43 e le 24.46, a 906mila e 11,95%.

L’evento ha battuto, ma non di molto, il format ‘Vuoi Scommettere?’, in onda su Canale 5. La trasmissione condotta da Michelle Hunziker ha conquistato 2,986 milioni e 16,8%. Ma quello che forse è più significativo è il confronto nel periodo in cui c’è stata diretta contrapposizione: ‘Pino è’ ha riscosso 3,289 milioni ed il 18,45%; ‘Vuoi Scommettere?’ 2,984 milioni e 16,74%.

Dietro i primi ha fatto molto bene Corrado Formigli con ‘Piazzapulita’, ieri a 1,345 milioni di spettatori e il 7,87% schierando tra gli ospiti i neo ministro della giustizia Alfonso Bonafede, Marco Minniti, Walter Veltroni. Ma una settimana fa il programma – nel pieno dei rivolgimenti gialloverdi – aveva portato a casa quasi 4 punti di share in più.

Alla fine però comunque Formigli ha battuto comunque il film di Italia 1 (più corto per durata): la prima tv di ‘Insurgent’, infatti, ha conquistato 1,382 milioni ed il 6,5%. Distantissimo è arrivato il film di Rai2 (‘The Lone Ranger’ a 967mila e 4,8%), ma soprattutto Michele Santoro su Rai2, alla quarta immersione, con ‘M,’ nell’era del sequestro Moro (859mila e 3,8% con Maria Fida Moro tra gli ospiti), con in coda Rete 4 con la serie Radici (767mila e 3,5%).

In access ha dominato ancora Lilli Gruber, rimanendo però anche lei sotto i risultati record del periodo politicamente più caldo. ‘Otto e mezzo’ ieri ha conseguito 1,825 milioni di spettatori e l’8,08% (con Massimo Giletti e Beppe Severgnini ospiti); mentre su Rete 4 ‘Stasera Italia’ (Vittorio Sgarbi, Vittoria Brambilla, Francesca Donato, Giuliano Cazzola, tra gli ospiti di Giuseppe Brindisi e Veronica Gentili) ha avuto 989 mila spettatori e il 4,53% con la prima parte e poi, senza o quasi la concorrenza della Gruber, 1,246milioni e il 5,28% nella fase finale.