È nato il consorzio Società Italiana Comunicazione

Condividi

È nata a giugno 2018 la Società Italiana Comunicazione (Sic), consorzio della comunicazione presente in tre sedi Roma, Milano e Bologna

.

La società, spiega una nota, è stata fondata dalle tre agenzie HominaMediatyche, ed Extra  che si pongono come obiettivo  quello di affiancare le aziende per raccontare il valore delle eccellenze del Made in Italy a livello nazionale e internazionale, pur mantenendo indipendenza societaria e autonomia operativa. Una sinergia, spiega una nota, fondata su un modello di lavoro multidisciplinare che unisce esperienza, competenze integrate e copertura territoriale. Sono queste le peculiarità che le tre agenzie hanno deciso di mettere a sistema, per offrire a imprese e pubbliche amministrazioni un partner strutturato capace di accompagnarle a 360 gradi nello sviluppo della rendicontazione agli stakeholder e del rafforzamento reputazionale, con un focus particolare sui temi della sostenibilità.

“L’Italia ha un patrimonio di aziende leader in molteplici categorie merceologiche, dall’agroalimentare al manifatturiero”, dice Omer Pignatti, presidente della nuova società e amministratore delegato di Homina. “Sic vuole supportarle nei processi di sviluppo e innovazione, con la consapevolezza che le pubbliche relazioni siano una funzione sempre più strategica per il successo imprenditoriale, per la valorizzazione dei brand e per la costruzione e il rafforzamento della reputazione. Il consorzio nasce anche con l’obiettivo di costruire la massa critica necessaria per fare innovazione e ricerca”.

Omar Pignatti
Omar Pignatti

“Siamo soddisfatti di essere riusciti a dare vita a questa iniziativa imprenditoriale, alla quale con la mia partner Elena Rabaglio abbiamo pensato fin dalla nascita, sette anni fa, di Mediatyche”, dichiara il fondatore di Mediatyche Massimo Tafi. “In un Paese e in un settore in cui le individualità tendono a prevaricare sulla collaborazione reciproca proponiamo un diverso modo di fare comunicazione, fondato sul gioco di squadra, dove account e clienti mettono a frutto le loro specifiche competenze al servizio di tutti”.

Massimo Tafi
Massimo Tafi

“Grazie a questa nuova partnership”, aggiunge Antonio Ferro, vice presidente di Sic e presidente di Extra, “Sic potrà fornire ai presenti e futuri clienti un potenziamento della propria attività di comunicazione in grado di unire pr tradizionali e digital, social media, attività di lobbying avvicinandoli a nuovi modelli di business, quali la green economy e l’economia circolare. Per noi collaborare e lavorare con altri partner è sempre stato un elemento distintivo”.

Antonio Ferro
Antonio Ferro

“Sono molto lieta che una nuova iniziativa imprenditoriale nel mondo della comunicazione di impresa nasca proprio da tre agenzie associate ad Assorel da molti anni. È la conferma che innovazione, capacità di visione, ed esperienza possono produrre nuove e interessanti alchimie di business se facilitate da un contesto dinamico che genera il confronto. Faccio i migliori auguri ai colleghi Pignatti, Tafi e Ferro per il cambio di passo che è slancio verso il futuro”, commenta Filomena Rosato, presidente di Assorel l’associazione imprese di comunicazione e relazioni pubbliche.

Sic oggi può contare su una squadra di 40 persone, una copertura capillare del paese e un fatturato di 4 milioni di euro.

Il Consiglio di Amministrazione è così composto:
Omer Pignatti, presidente.
Antonio Ferro, vicepresidente vicario.
Massimo Tafi, vicepresidente con delega all’amministrazione.
Simona Grandini, consigliere.
Marco Verdesi, consigliere.
Tommaso Tafi, consigliere.