Mondadori, il Cdr: ok stop a cessione di TuStyle e Confidenze. Dai giornalisti duplice sacrifico

“Il Comitato di Redazione della Arnoldo Mondadori Editore, a seguito dell’Assemblea dei giornalisti dello scorso 14 giugno, accoglie con soddisfazione la decisione dell’Azienda, a fronte della forte mobilitazione dei colleghi, di non procedere alla vendita di TuStyle e Confidenze, avviando al contempo un tavolo di trattativa che affronti il problema dell’efficienza dei modelli organizzativi e dei processi di lavoro della Divisione Periodici anche oltre il perimetro del costo giornalistico”.

Palazzo Mondadori a Segrate (Milano) (Foto ANSA / DBA)

Lo scrive in un comunicato del 19 giugno il Cdr, rimarcando il “duplice sacrificio” dei giornalisti. “Quello enorme, dei colleghi di TuStyle e Confidenze, che, di fronte all’ipotesi di una discutibile cessione e scommettendo sulla volontà futura di Mondadori di rilanciare le due testate, hanno accettato di tagliarsi la retribuzione in media del 30%, con la rinuncia contestuale a tutte le cariche. E quello di tutti gli altri giornalisti Mondadori, che hanno dato mandato al CdR di formalizzare un accordo di solidarietà (esclusi i colleghi di TuStyle e Confidenze) di sei mesi con un contestuale abbattimento del monte ferie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Giornalisti, il ministro della Giustizia Bonafede: gli attacchi di Di Maio? Un dovere denunciare certa stampa

Abodi (Credito Sportivo): pronti 2 miliardi da investire sulle infrastrutture sportive. Sarebbe folle non ottimizzarli

Domani sui giornali una pagina con l’articolo 21 della Costituzione. Editori e giornalisti uniti per informazione libera e pluralista