InnovaFiducia con Fondazione Tim e InfoCamere lanciano NetForNeet, progetto dedicato ai Neet

Il prossimo 18 ottobre a Roma, presso il Tempio di Adriano, si svolgerà ‘NetForNeet’, primo Hackathon italiano dedicato ai Neet – not engaged in employment, education or training – i giovani che non studiano, non lavorano e non sono in formazione.

Il progetto, nato da un’idea dell’associazione InnovaFiducia con il sostegno di Fondazione Tim in collaborazione InfoCamere, ha come obiettivo quello di avvicinare i giovani e favorire la loro integrazione nel circuito formativo e lavorativo. In particolare, spiega una nota stampa, NetForNeet si propone di sviluppare una piattaforma digitale di coaching e formazione ‘peer to peer’ alle digital skills.

L’intento è la costituzione di una community di riferimento per evitare il rischio di esclusione sociale, favorendo la conoscenza di un mercato sempre più digitale e l’opportunità di un collegamento con il mondo del lavoro. Secondo gli ultimi dati Eurostat, l’Italia è il paese europeo con il maggior numero di giovani Neet, con una quota del 25,7% nella fascia di età compresa tra 18 e 24 anni.

Nel progetto saranno coinvolti diversi atenei italiani, in particolare i dipartimenti legati alle materie tecnologiche e informatiche, ma anche design e discipline umanistiche, invitando gli studenti a partecipare portando anche un amico che rientri nel profilo Neet.

 

Hackathon 'Neet'

Hackathon ‘Neet’

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

‘Romolo + Giuly’,  l’irriverente serie comedy torna dal 16 su Fox – GUARDA I TRAILER

‘Romolo + Giuly’, l’irriverente serie comedy torna dal 16 su Fox – GUARDA I TRAILER

Claudia Parzani unica italiana nella classifica internazionale pubblicata oggi da HERoes e Yahoo Finance

Claudia Parzani unica italiana nella classifica internazionale pubblicata oggi da HERoes e Yahoo Finance

18 settembre appuntamento a Milano con il nuovo libro di Piero Ichino

18 settembre appuntamento a Milano con il nuovo libro di Piero Ichino