Svolta esclusiva per Facebook: Zuck sperimenta gruppi a pagamento

Dopo lo scandalo privacy per il caso Cambridge Analytica che ha portato da ultimo alle dimissioni del capo della comunicazione, Facebook sperimenta nuove strade. Per esempio, una parte dei gruppi in futuro potrebbero diventare a pagamento. Come si legge in una nota sul blog, il social network fondato da Mark Zuckerberg starebbe testando un sistema per consentire ad alcuni utenti di monetizzare la gestione dei gruppi, la funzione che permette di creare club virtuali di utenti attorno a specifici interessi. Circoli che fino ad oggi sono gratuiti.

Mark Zuckerberg (Foto Ansa – EPA/Alejandro Bolivar)

Il programma pilota per ora coinvolge solo un numero limitato di gruppi, dedicati alla cucina, alla casa e alla famiglia, riferisce Agi. Gli abbonamenti andranno da 4,99 a 29,99 dollari al mese. Gli amministratori potranno raccogliere le sottoscrizioni attraverso Facebook che inizialmente non prenderà alcuna parte dei ricavi. Mentre ne prenderanno una fetta i sistemi iOS e Android attraverso cui avviene il pagamento: 30 per cento per il primo anno, 15 dal secondo.

Nel comunicato, Facebook dice di aver introdotto questa funzione per permettere agli amministratori dei gruppi di raccogliere fondi per sostenere e migliorare le attività degli stessi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fnsi-Usigrai-Odg: basta lottizzazione. Serve legge che liberi la Rai dai partiti

Upa e Nielsen mettono online lo storico degli investimenti adv in Italia dal 1962 a oggi

Crédit Agricole tifa Inter. Maioli a Spalletti: sponsorizziamo la Francia e vince i Mondiali, ora tocca a lei…