Il Brasile vince troppo facile, la sconfitta tedesca esonda, il film di Rai1 batte la Sciarelli

Condividi

I drammi calcistici, stavolta, si sono consumati al pomeriggio con la Germania che, battuta a sorpresa dalla Corea del Sud ed eliminata dal Mondiale (a 2,4 milioni e il 22,44% al pomeriggio su Italia 1), non ha ottenuto ascolti prodigiosi, ma ha scatenato passioni contraddittorie, astio, godimenti e molti commenti anche fuori dall’ambito delle trasmissioni sportive per tutto il resto della giornata.

Alla sera alle 20.00, sempre su Italia 1, i mondiali di calcio di Russia hanno proposto una vittoria facile del Brasile sulla Serbia per due a zero, con i meter che così hanno assegnato al confronto un bilancio di 6,467 milioni di spettatori e il 28,9% di share, con il secondo tempo a 7,2 milioni e 29,96%. Un buon risultato, ma niente di eccezionale. La sera prima sulla stessa rete la ben più drammatica Argentina-Nigeria aveva ottenuto quasi 7,4 milioni ed il 32,7% di share facendo un picco da 9,5 milioni. Su Canale 5 poi, per stare ad una partita omogenea o quasi, Brasile-Svizzera il 17 di giugno aveva ottenuto 7,4 milioni e il 36,3%.

Il bilancio di ieri del Biscione è però completo se si considerano anche le performance di altre due emissioni: alle 20.00 sul 20 il match Svizzera-Costarica ha prodotto 322mila spettatori e l’1,4%; su Mediaset Extra invece Diretta Extra-Mai dire Mondiali con la Gialappa’s a imperversare ha conquistato 365mila spettatori e l’1,6%. Forzando una sommatoria, si possono coì aggiudicare a Cologno più di 7,1 milioni di spettatori e 31,9% di share.

Il match e il calcio hanno quindi comunque vinto più che nettamente la prima serata. E subito dopo ‘Tiki Taka Russia’ (2,339 milioni spettatori e 12,7% di share), con Pierluigi Pardo alla conduzione e poi Ria Antoniou, Andrea Pucci, Cristiano Militello nel team, è rimasto in testa fino alle 22.40.

Le altre proposte si sono contese così l’attenzione. Su Rai1 la commedia ‘Stai lontana da me’, con Ambra Angiolini ed Enrico Brignano protagonisti, ha ottenuto 2,675 milioni di spettatori e il 12,31%, battendo quindi ‘Chi l’ha visto?’ (terzo a 2,070 milioni e 11,23%) sulla terza rete.

Più staccata su Canale5 è arrivata la fiction ‘Sacrificio d’amore’ (1,538 milioni e 7,8%). E’ calato molto, con un solo ‘professore’ in organico, Flavio Insinna, il format ‘Il Supplente’ su Rai2 (1,040 milioni e 4,8%), mentre su Rete4 ‘Lo Squalo’ ha conseguito 924mila spettatori e il 4,8% e su La7 la puntata di ‘Atlantide’ dedicata al caso dell’Itavia abbattuto vicino Ustica ha totalizzato 514mila spettatori e il 2,5%.

Più articolate le scelte del pubblico in seconda serata. Il finale del film di Rai1 è rimasto in vetta agli ascolti fino alle 23.10, poi è passata al comando Federica Sciarelli fino a quasi mezzanotte, e quindi, da quel momento in avanti è prevalso Maurizio Mannoni (per ‘Linea Notte’ sulla terza rete 647mila spettatori e 8,5% di share), in lieve vantaggio su Rai 1 (per il ‘Premio Biagio Agnes’, con Francesca Faldini e Alberto Matano alla conduzione e tanti ospiti, 682mila spettatori e il 7,47%).

In access sempre chiaro il vantaggio de La7 su Rete 4. ‘Otto e mezzo’, ha avuto 1,249 milioni di spettatori e il 5,5% con Raffaele Cantone, Vittorio Alberti e Antonio Padellaro ospiti di Lilli Gruber.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’, con Giuseppe Brindisi e Veronica Gentili alla conduzione e tra gli ospiti Alessandro Sallusti, Antonio Caprarica e Graziano Del Rio, ha totalizzato 790mila spettatori e il 3,69% di share con la prima parte e 1,054milioni di spettatori e il 4,46% con la parte finale.