Italferr inaugura la nuova sede a Milano. Sarà cabina di regia dei più importanti progetti nel Nord Italia

Condividi

Italferr ha inaugurato la nuova sede operativa a Milano. Nei nuovi uffici del capoluogo lombardo saranno seguiti i più importanti progetti di realizzazione delle opere infrastrutturali e ferroviarie del Nord Italia.

Da sinistra Riccardo Maria Monti, presidente Italferr, Renato Mazzoncini, ad e dg FS Italiane, e Carlo Carganico, ad e dg Italferr

 

“In questa sede”, ha detto l’ad e dg di Italferr Carlo Carganico, “verranno fatti progetti strategici non solo per la società ma per il Paese. Abbiamo 11 strutture in Italia, 17 uffici all’estero. Il 30% della nostra attività è svolta all’estero, siamo presenti in tutto il mondo e stiamo aprendo una sede in India”.

Il presidente Riccardo Maria Monti ha annunciato che “verranno assunti decine e decine di giovani. Siamo orgogliosi di essere un pezzo dell’Italia del fare”.

L’inaugurazione della nuova sede operativa a Milano di Italferr è stata occasione per raccontare le molteplici attività della società di ingegneria del Gruppo Fs, presente in Italia e nel mondo, e per fare un appello al governo di non rallentare le decisioni e non sottovalutale l ’importanza delle infrastrutture per lo sviluppo del nostro Paese.

“Per la Lombardia, per Milano e per il nostro Paese l’apertura di questa nuova sede è un segnale importante”, ha sottolineato Renato Mazzoncini, amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato. “L’Italia ha bisogno di ingegneria sempre di più ed è anche vero che una buona ingegneria consente di fare opere utili”.

“Il Nord Italia è il crocevia dei grandi Corridoi ferroviari europei”, ha ricrodato Carganico. “La sede Italferr di Milano sarà anche il punto di riferimento e di incontro per le attività di networking internazionali, all’interno di un ambiente moderno e accogliente, che riflette un forte orientamento all’innovazione quale asset qualificante della rinnovata mission della Società”.

Esplicito l’appello al governo, che sembra rimandare decisioni importanti come quelle sulla linea Torino Lione, sul Terzo valico dei Giovi, è stato fatto dal sindaco di Milano Beppe Sala. “Trasporti, energia e tlc”, ha detto Sala, “sono i pilastri dell’economia e non si possono rimandare decisioni strategiche”.

Il sindaco di Milano Beppe Sala

Decisa sul sostegno dello sviluppo e degli investimenti in Lombardia per le infrastrutture ferroviarie Claudia Maria Terzi, assessore alle Infrastrutture, Trasporti e mobilita sostenibile della Lombardia, che ha sottolineato l’impegno per migliorare i servizi ai cittadini per cui molti dei lavoro previsti o su cui Italferr è già al lavoro sono fondamentali.

Claudia Maria Terzi, assessore alle Infrastrutture, Trasporti e mobilita sostenibile della Lombardia

Dalla sede di Milano Italferr segue la progettazione e l’alta sorveglianza dei lavori di opere infrastrutturali in corso di realizzazione sui Core Corridor Ten-T. Sul corridoio Mediterraneo la società di ingegneria di Fs sta lavorando alla progettazione della linea Av/Ac Torino-Lione, delle linee Av/Ac Brescia-Verona e Verona-Vicenza e del potenziamento infrastrutturale e tecnologico dei nodi di Brescia, Verona e Vicenza; sul corridoio Reno-Alpi Italferr ha assunto la direzione del Terzo Valico ed è impegnata nel potenziamento infrastrutturale e tecnologico del nodo di Genova; sul Corridoio Scandinavo-Mediterraneo Italferr segue la progettazione degli interventi prioritari per il quadruplicamento della Fortezza-Verona, linea di accesso da Sud alla Galleria del Brennero.

Da Milano sono seguiti anche i progetti per migliorare i servizi ferroviari della Lombardia fra cui il quadruplicamento della linea Milano Rogoredo-Pavia, il potenziamento infrastrutturale e tecnologico delle linee Gallarate-Rho e Ponte San Pietro-Bergamo-Montello, il collegamento ferroviario tra Bergamo e l’aeroporto Orio Al Serio, il raddoppio della linea Codogno-Cremona-Mantova e per il Veneto i lavori per il collegamento ferroviario con lo scalo Marco Polo di Venezia.

Per quanto riguarda gli interventi di upgrading infrastrutturale, la sede Italferr di Milano attualmente coordina anche i lavori per il potenziamento tecnologico delle Direttrici Torino – Padova, Bologna – Piacenza, Bologna – Padova, Monza – Chiasso, Genova – Milano, Venezia Mestre – Venezia Santa Lucia e Venezia Mestre – Ronchi de’ Legionari, oltre ai nodi di Torino, Milano, Udine, Verona e Venezia, e il collegamento alla rete ferroviaria nazionale dei porti di Genova e Trieste.

Inoltre Italferr ha progettato e seguirà come direzione lavori l’installazione del sistema ERTMS fra Milano e Genova e sulla linea Torino – Villa Opicina. L’ERMTS è un evoluto sistema di sicurezza per il distanziamento dei treni che permette di gestire e controllare il traffico ferroviario lungo la rete e consente ai treni dei diversi Paesi di circolare senza soluzione di continuità su tutte le linee europee che ne sono dotate. Lo standard ERTMS è stato scelto dall’Unione Europea come linguaggio unico per il sistema ferroviario europeo, visti gli eccellenti risultati raggiunti per il sistema AV/AC Torino – Salerno e Torino – Milano – Brescia.