‘Prima’ è in edicola con allegata la guida ‘Uomini Comunicazione’

Il nuovo numero di ‘Prima Comunicazione’ è in edicola con l’edizione 2018 di ‘Uomini Comunicazione’. Il mensile senza allegato è disponibile da subito anche in edizione digitale, per smartphone e tablet.

 

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone 

 

Storia di copertina – Crimi in trasparenza
Incassata la delega per i media, Vito Crimi detta l’agenda: verifica sui finanziamenti pubblici al settore, antico pallino dei Cinquestelle, chiarezza sugli inserzionisti pubblicitari da parte degli editori, tutela della professione giornalistica contro la precarietà, riduzione del costo del lavoro, sostegno alle startup.Tra i primi dossier le agenzie di stampa e su digitale e Ott regole sovranazionali.

Mibact – Bonisoli al varco
Il mondo del cinema e dell’audiovisivo aspetta le prime mosse del neo ministro pentastellato. Arriva dal Naba il neo ministro pentastellato entrato in punta di piedi promettendo ascolto e verifica del lavoro del suo predecessore Dario Franceschini.

Politica e comunicazione – L’armata di Salvini
Migranti, rom, la scorta di Saviano: ogni giorno un bersaglio e un titolo per la comunicazione del ministro dell’Interno che oscura gli alleati grillini. A supportarlo il neo sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, il campione social Luca Morisi e la sua portavoce, Iva Garibaldi.

Gruppi editoriali – La nuova era
A un passo dalla cessione all’European Network, Confidenze e Tustyle restano in Mondadori. L’accordo, che costa ai giornalisti una sensibile riduzione degli stipendi, è il prologo di una trattativa sul costo del lavoro in tutti i periodici della casa editrice guidata da Ernesto Mauri. Mentre si infittiscono le voci della vendita di Panorama agli Angelucci.

Giornalisti – Quanto pesa il lavoro
Un precedente o una situazione a sé stante? L’intesa in Mondadori divide editori e sindacato: i primi a ribadire che è ora  di ritoccare un sistema di costi rigidi partendo dalle retribuzioni, i secondi a sottolineare che il contratto consente già flessibilità e che bisogna discutere di occupazione e progetti.

Politica e media – Braccio di ferro al Foglio
Da una parte l’editore Valter Mainetti, che vorrebbe un’apertura di credito al nuovo governo e un giornale palestra di idee, dall’altra i Foglianti (Cerasa e Ferrara in testa) , a rivendicare la propria identità corsara e una linea politica assai aggressiva contro Conte e soci. E dopo un puntuto botta e risposta sul giornale, nessuno sembra disposto a cedere: “Disamorato, ma deciso a fare la mia parte”, dice Valter Mainetti.

Politica e media – Barbano, senza sconti
Silurato dalla sera alla mattina e proprio mentre vedeva la luce il nuovo governo, l’ex direttore del Mattino
non vuole passare per vittima ma, come peraltro fa in ‘Troppi diritti’, non le manda a dire: questo esecutivo nasce dal divorzio con i saperi ed è il risultato di 20 anni di demagogia . “Il danno peggiore”, afferma, “si è prodotto in tv e in Rete. Nei talk i giornalisti rischiano di fare i polli da salotto. Rimedio? La competenza al posto degli slogan.

Agenzie – La mia estate? Economia e YouReporter
Marco Durante potenzia LaPresse con Awe (Agency World Economy) e con la community di citizen journalism di Rcs che gli ha dato in gestione Urbano Cairo. Due novità che lo mettono sempre più al centro della scena mediatica.

Editori/Big Tech – Mio nemico amatissimo
A Bagnaia l’incontro-scontro tra i principali editori americani di carta stampata e i grandi player del web: dietro i sorrisi e gli annunci di collaborazione i nodo dei profitti e lo strapotere dei giganti tech.

Audiovisivo – Sky non è un business per timidi
Ne è convinto il ceo Andrea Zappia che ha trasformato il gruppo italiano nel big player del nostro scenario televisivo. Firmato l’accordo con Mediaset e sconfitti dli spagnoli di Mediapro, Sky è pronta a partire con un’offerta sportiva senza precendenti. Un modello con aspetti cosi originali che nemmeno la casa madre inglese può vantare.

Sky Uk – Londra tifa per Disney
Nella corsa americana all’acquisto di Fox, che vuole il 100% di Sky in Gran Bretagna, il governo inglese preferisce Disney a Comcast ma pone le sue condizioni per salvaguardare il pluralismo dei media.

Media sportivi – Vincitori e vinti
Finita la guerra per i diritti tv della Serie A, a guadagnarci è il tele tifoso. Vedrà i match con il solo abbonamento Sky, che con Perform si è presa il campionato. Di ogni giornata, la prima ha sette partite, la seconda tre, concesse però alla rete di Murdoch grazie ai diritti di ritrasmissione

Media sportivi 2 – Ovunque in ogni momento
James Rushton, ad di Dazn, spiega la nuova offerta sportiva che sta per essere lanciata in Italia da Perform e che funziona come un Ott. dal quale gli abbonati pescano
il contenuto preferito. L’obiettivo, almeno un milione di clienti puntando
al pubblico giovane. Grimaldello, il prezzo molto basso: 9,99 euro al mese

Tlc – Le voglie di TIM sulla Rete
Mentre tra gli operatori continua la guerra dei prezzi e Netco ottiene il via libera da Agcom, la partita tra Open Fiber e TIM si fa sempre più accesa e l’ipotesi di un soggetto unico che piace al governo preoccupa i provider

Formazione – Speciali e più grandi
Erickson, casa editrice e centro studi di esperienza sulla disabilità e sui bisogni di apprendimento con sede a Trento, apre una libreria a Roma per meglio dialogare con il Centro e il Sud e promuove un progetto che divulga le esperienze dal basso. I numeri premiano questa scommessa editoriale

Formazione 2 – A scuola di impresa
Biz Factory promossa da Junior Achievement Italia premia i progetti imprenditoriali che arrivano dalle scuole superiori e Disney (che ne è partner) punta sulla creatività dei giovani italiani.

Energia – Una nuova aria
La missione di Snam è decarbonizzare, e vogliono farlo da protagonisti, promuovendo il gas naturale per la produzione di elettricità e come carburante grazie anche alla novità del biometano. Sul futuro del gruppo pesa però l’incognita delle decisioni del governo sul Tap, il gasdotto che arriva in Puglia dall’Azerbaigian.

Industria e cultura – Il segno dei Lavazza
Con un palazzo progettato da Cino Zucchi e voluto da Giuseppe Lavazza, il marchio leader mondiale del caffè fa sentire la sua presenza a Torino e rivitalizza il quartiere Aurora. Nella Nuvola Lavazza hanno sede il quartier generale dell’azienda e il Museo che ne racconta la storia. Perché le sfide, è la convinzione della famiglia di industriali, si affrontano con le “radici nel futuro”.

Comunicazione – I Signori del mare
L’evento per il varo della Seaview rivela la nuova strategia di Msc che promuove con forza i valori della famiglia Aponte proprietaria del gruppo. Al centro del messaggio gli eredi di un’antica vocazione marittima che sono oggi protagonisti di peso economico e politico nel mondo dello shipping

Comunicazione – Intelligenza in azione
Tecnologia e innovazione non hanno valore se non sono al servizio degli individui, dell’impresa e della società. Questo il significato della nuova campagna pubblicitaria di Ibm, partita a fine maggio su Internet e sui cartelloni digitali. L’obiettivo: coinvolgere le persone puntando sull’interazione e su un linguaggio semplice e immediato.

Pubblicità – La consulenza vale
Lo stato di salute dell’advertising, il periodo dell’invenzione delle centrali media e il ritorno d’attualità delle agenzie a servizio completo. Mario Mele, protagonista del nostro mercato negli ultimi decenni, racconta i recenti sviluppi della industry. Per lui le gare vinte a zero fee sono il vero vulnus del sistema

Editori Hearst Magazines Italia – Design senza confini
L’arredo è in forte ripresa e Milano è la capitale mondiale. Ecco perché Hearst Magazines Italia, l’editore di Elle Decor e Marie Claire Maison, ha creato un’unità di business globale per la vendita della pubblicità e i progetti speciali in tutto il mondo.

Editoria e Moda – L’Uomo è tornato
Uomo Vogue ritorna in edicola allegato a Vogue Italia con due numeri nel 2018,  scritto in inglese e con un forte carattere internazionale.

Comunicazione – Dentsu Aegis Network compra The Big Now
Stucchi e Nenna commentano: “Quelli bravi si scelgono”. E insieme vincono la gara della pay tv in streaming Dazn che si è appena aggiudicata una quota dei diritti del calcio.

Generali Italia – Parlare chiaro
È la parola d’ordine della compagnia assicurativa per stabilire con il cliente un rapporto immediato e semplice.

Radio Rai – Verticali e personalizzabili
La sferzata che il direttore Roberto Sergio ha impresso alla radio pubblica mette al centro l’offerta di canali e servizi specializzati, fruibili su ogni piattaforma. Come Radio 1 Sport e YouRadio.

Fiction – Il debutto di Maite
Maite Bulgari insieme a Maurizio Tini crea la Garbo Produzioni per lanciarsi nella fiction: primo banco di prova due tv movie per la Rai.

Fiction – Rinasce la serialità Mediaset
Mediaset ha annunciato un pacchetto di sette serie pronte a battere il primo ciak. Segno del nuovo corso della direzione di Daniele Cesarano l’apertura a una pluralità di nuove voci.

Con ‘Prima Comunicazione’ esce l’edizione 2018 di ‘Uomini Comunicazione’
Nel volume di 468 pagine, i nomi (16.737) delle donne e degli uomini responsabili di Relazioni esterne, ufficio stampa, marketing, digital marketing e pubblicità delle aziende e delle istituzioni italiane.

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

‘Prima’ è in edicola con il ‘Grande Libro dell’Informazione’. Entrambi disponibili anche in edizione digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

Il nuovo numero di ‘Prima’ è in edicola e disponibile in edizione digitale