Zerostories e The Family Tales entrano in Osservatorio Branded Entertainment

Obe, l’organismo associativo italiano che  studia e promuove la diffusione sul mercato italiano del branded entertainment come leva strategica per la comunicazione integrata di marca, annuncia l’arrivo di due nuovi rappresentanti della produzione, Zerostories e The Family Tales.

Anna Gavazzi

Anna Gavazzi

Zerostories, spiega una nota stampa, nasce nel 2015 dall’iniziativa imprenditoriale del ceo e co-founder Matteo Scortegagna. Zerostories, che fa parte del gruppo Next 14, racconta attraverso i propri progetti le storie di successo del branded content, mettendo al servizio dello storytelling di marca l’esperienza dei migliori professionisti dell’intrattenimento e della comunicazione.

“Per realizzare un’ operazione di branded content di successo è necessario che tutti i player della filiera, clienti, broadcaster, centri media, siano allineati e comprendano il valore editoriale di questo strumento che, se utilizzato al meglio, procura profitti e benefici per tutti i soggetti coinvolti”, dichiara Matteo Scortegagna, ceo e co-founder di Zerostories. “Il team di Zerostories è composto da professionalità eterogenee, provenienti da mondi differenti: tv case di produzione, agenzie pubblicitarie, centri media, concessionarie pubblicitarie. Zerostories può agire come trait-d’union tra brand ed editori, proponendosi come garante per la qualità dell’idea creativa e del contenuto di BE verso la concessionaria nel pieno rispetto dei valori e degli obiettivi della marca”. Conclude Scortegagna.

L’interesse crescente per il branded entertainment, ribadisce la nota, rappresenta una fonte di ispirazione per i principali player attivi nella produzione di contenuti per il cinema, l’intrattenimento e la pubblicità. E’ quest’ultimo il caso di The Family, la casa di produzione pubblicitaria che opera dal 2002 a livello nazionale e internazionale, e all’interno della quale è attiva dal 2017 The Family Tales, dedicata alla produzione di branded content, documentari, sviluppo di contenuti ad alta tecnologia, installazioni interattive.

“Lavoriamo con registi che scrivono e raccontano storie”, dichiara Maura Beretta, executive producer di The Family Tales. “Poterci dedicare al branded content è stimolante perché ci permette di esprime tutte le nostre potenzialità, la qualità produttiva e l’attenzione alle esigenze del brand che mutuiamo dalla lunga esperienza in pubblicità”. Conclude Maura Beretta.

“Sono molto contenta di poter dare il benvenuto in associazione a due realtà consolidate del panorama produttivo italiano”, afferma Anna Gavazzi, direttore generale di OBE. “Le agenzie e le case di produzione sono oggi, tra i diversi attori della filiera del branded entertainment, uno dei motori principali di sviluppo, innovazione e spinta creativa: i soggetti che meglio rappresentano l’incontro, la contaminazione e la commistione di competenze, tra advertising e intrattenimento, che è propria dei progetti di BE. Sono convinta che entrambi porteranno in OBE nuovi punti di vista e stimoli importanti per la crescita e lo sviluppo di questa nuova leva di comunicazione e di tutto il comparto”. Conclude il direttore generale.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Nasce l’edizione italiana di Inspiring Fifty che premia le donne leader nell’innovazione

Cairo lancia il settimanale ‘Enigmistica Mia’. Sono 16 le testate dell’editore

Agol, quarta edizione del Premio Giovani comunicatori