Mondiali, finale col botto ma niente record di ascolti: più di 11,6 milioni di spettatori, share 66,58%

Condividi

Con la vittoria della Francia – a 20 anni esatti dal loro primo titolo – si sono spenti i riflettori sul Mondiale russo.  La finale, che ha visto i ragazzi di Deschamps contendersi la Coppa del Mondo con la Croazia, ha incollato alla tv poco più di 11,6 milioni di spettatori, con una share del 66,58%, risultando la partita più vista dell’edizione 2018, trasmessa da Mediaset. Il secondo tempo, in particolare, ha conseguito 12,2 milioni di spettatori (67,69% share).

La Francia campione del Mondo 2018 (Foto Ansa – EPA/ABEDIN TAHERKENAREH)

Sarà stata l’assenza delle squadre che assicurano audience più alta – come Brasile, Argentina, Germania e Spagna – ma il match, se confrontato con alcune partite delle passate occasioni, non ha però registrato il record di ascolti.

Quattro anni fa su Rai1, in onda però alle 21.00, Germania-Argentina era stata vista su da 13,952 milioni di spettatori, ottenendo più pubblico ma meno share (56,7%). Otto anni fa, invece, Olanda-Spagna – vinta ai supplementari dalle ‘Furie Rosse’ – aveva riscosso 13,453 milioni di spettatori con il 61% di share.

Imparagonabili (ovviamente) i numeri con la finale di Berlino 2006, con Italia-Francia che, già in era Sky, aveva avuto su Rai1 un pubblico di 24 milioni si spettatori e 84,11% in chiaro.