Tlc: Open Fiber in nuova alleanza europea per le reti in fibra

Condividi

Nasce una nuova alleanza tra gli operatori europei per accelerare l’installazioni di reti in fibra ottica. La creazione di questo gruppo di aziende è stata decisa, secondo quanto si legge in una nota, in occasione della riunione tra presidenti e amministratori delegati dei principali operatori europei di reti interamente in fibra in ambito wholesale only e open access, svoltasi a Roma, alla quale erano rappresentate CityFibre (Regno Unito), Deutsche Glasfaser (Germania), Open Fiber (Italia), Gagnaveita Reykjavikur (Islanda) e SIRO (Irlanda).

All’incontro – convocato per parlare del futuro del mercato delle telecomunicazioni ed esplorare l’opportunità di accelerare la diffusione e l’adozione di infrastrutture in fibra ottica in tutta Europa – sono intervenuti anche Johannes Gungl, presidente del Berec (Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche) e Erzsebet Fitori, direttore generale del Ftth Council Europe.

Elisabetta Ripa

“Le aziende riunite a Roma”, ha spiegato Elisabetta Ripa, amministratore delegato di Open Fiber, “hanno concordato la creazione di un’alleanza per condividere le migliori pratiche e promuovere i benefici e i vantaggi del modello wholesale only con reti interamente in fibra, molto più efficienti rispetto alle soluzioni proposte dai tradizionali operatori verticalmente integrati”.

L’obiettivo è garantire che i vantaggi del modello wholesale only siano ben compresi da governi, autorità regolatorie e investitori finanziari, nonché per promuovere la conoscenza delle reti interamente in fibra ottica presso i fornitori di servizi e gli operatori di telefonia mobile.

L’alleanza punta inoltre ad avere un ruolo nell’orientamento e nell’informazione dei consumatori europei su quali siano le vere reti a banda ultra larga evidenziando eventuali utilizzi impropri del termine “fibra” nella commercializzazione di servizi a banda larga forniti con reti tradizionali basate sul rame.